Adriano ubriaco in Brasile/ Video choc, l’Imperatore barcolla per le strade di Rio

- Claudio Franceschini

Adriano ubriaco in Brasile: il video choc dell’Imperatore che barcolla per le strade di una favela di Rio de Janeiro, in evidente stato confusionale. Problemi ancora non risolti per lui.

Adriano allenamento Sao Paulo lapresse 2020 640x300
Adriano Leite Ribeiro, 38 anni (Foto LaPresse)

Ubriaco per le strade di Rio De Janeiro: Adriano ci ricasca, ed è stato immortalato in un video che sta facendo il giro del web. Teatro della scena è la favela Vila de Penha, nella sua città natale: l’ormai ex Imperatore, oggi trentottenne, cammina sorretto ad un amico in evidente stato confusionale, tanto da faticare a mettere un piede davanti all’altro e reggersi sulle proprie gambe. Una scena che non avremmo mai voluto vedere, ma che purtroppo rispecchia tutta una carriera: un attaccante dalle potenzialità stratosferiche (non a caso il soprannome con cui lo conosciamo lo indica bene) che però si è buttato via a causa dell’alcol e dei vizi. Che hanno un’origine: nell’estate 2004, quando aveva solo 22 anni, Adriano ha tragicamente perso il padre. Da quel lutto non si è più ripreso: va detto che ha disputato ancora due stagioni più che accettabili con l’Inter (che lo aveva prelevato dal Flamengo facendo un grande colpo, e passandolo in prestito a Fiorentina e Parma dove si era fatto le ossa) e poi ancora nel Flamengo qualche anno più tardi, ma a dirla tutta non è più stato lo stesso.

ADRIANO UBRIACO IN BRASILE: LA CARRIERA

Tittolare ai Mondiali 2006, quelli del famoso quadrilatero Kakà-Ronaldinho-Adriano-Ronaldo, l’Imperatore era destinato a una carriera del tutto diversa: magari ricalcando quella del Fenomeno, lui pure passato dall’Inter e vincitore di due Mondiali e altrettanti Palloni d’Oro, un giocatore che ancora oggi viene accostato ai più grandi della storia e, forse, non è diventato il numero 1 solo a causa dei gravi infortuni che lo hanno tartassato. Per Adriano il discorso è stato diverso: evidentemente, l’attaccante brasiliano si è circondato anche di persone che lo hanno mal consigliato e non sono riusciti a farlo riemergere dal tunnel nel quale si era andato a cacciare. Dopo l’Inter era tornato al Sao Paulo facendo bene, nel 2010 lo avevamo rivisto in Serie A con la Roma ma era durato pochi mesi, quindi ancora il Brasile per giocare con Corinthians, Flamengo e Atletico Paranaense ma mettendo insieme appena 9 apparizioni, con 2 gol. Nel gennaio 2016, a due anni dall’ultima partita, Adriano ci aveva riprovato volando negli Stati Uniti: con il Miami United ha giocato solo una volta prima di alzare bandiera bianca. Un grande peccato, ed evidentemente i suoi problemi non sono ancora finiti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA