Alba Parietti ricorda Giuseppe Lanza di Scalea/ “Viverti è stato un privilegio”

- Elisa Porcelluzzi

Alba Parietti ricorda l’ex compagno Giuseppe Lanza di Scalea, un anno dopo la sua morte: “Mi manchi. Ma viverti è stato un privilegio”.

Parietti e Scalea
Alba Parietti e l'ex compagno Giuseppe Lanza di Scalea (LaPresse)

Giuseppe Lanza di Scalea è stato il compagno di Alba Parietti dal 2001 al 2007, anche se la loro relazione è stata ripresa e interrotta più volte in seguito. Il principe palermitano è morto un anno fa, l’11 ottobre 2020 a 74 anni, stroncato da un male incurabile. “Giuseppe, sei stato l’uomo migliore che ho mai conosciuto, il compagno che più mi ha saputo amare, l’uomo amico che mi sapeva capire, mai giudicare, volevi solo il mio bene… Ci siamo voluti veramente un bene dell’anima. Eri e sarai sempre il mio migliore amico, il mio pilastro, mio padre, mio fratello, la persona di cui più mi fidavo al mondo”, aveva scritto la showgirl in occasione della morte dell’ex compagno. Oggi, un anno dopo la sua morte, Alba Parietti ha ricordato Giuseppe Lanza di Scalea con due post sul suo profilo Instagram.

Alba Parietti ricorda l’ex compagno Giuseppe Lanza di Scalea

Alba Parietti ha voluto ricordare l’ex compagno Giuseppe Lanza di Scalea, scomparso un anno fa: “Sei stato l’amore, il complice, l’amico migliore che io possa immaginare, che mai mi hai messo in discussione, in competizione, o a disagio”. La showgirl ha ribadito l’importanza che il principe palermitano ha avuto nella sua vita, anche dopo la fine della loro relazione: “Mi hai dato tutto quello che una donna, che un essere umano, ha bisogno di avere, e detto tutto quello che una persona ha bisogno di sapere tranne come fare senza di te poi a camminare”. Alba Parietti definisce l’ex compagno un “punto di riferimento” e “un pilastro” nella sua esistenza. Poi la conclusione: “Eri un uomo speciale, un vero principe, lo eri nell’animo, nella bontà, nel senso di giustizia, nell’onestà intellettuale, nell’eleganza, nell’ironia, nella leggerezza. Nella lealtà e nella profondità. Mi manchi. Ma viverti è stato un privilegio”. Tra i commenti anche quello di Francesco Oppini, figlio di Alba Parietti, che ha avuto modo di conoscere Giuseppe Lanza di Scalea: “Manca la sua eleganza, signorilità ed educazione, poco altro da aggiungere. Grazie di esserci stato, sei e sarai importante”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA