Alberto Castagna come è morto?/ Malattia, lunga degenza e scomparsa improvvisa

- Claudio Franceschini

Alberto Castagna, come è morto? La malattia, la lunga degenza in ospedale, la scomparsa improvvisa il 1 marzo 2005: il conduttore di Stranamore ci ha lasciati per un’emorragia interna.

Alberto Castagna bianco lapresse 2020 640x300
Alberto Castagna è morto nel marzo 2005: aveva 59 anni (Foto LaPresse)

Questa sera in Live – Non è La D’Urso verrà ricordato Alberto Castagna, celebre conduttore di Stranamore scomparso ormai 15 anni fa. Per lungo tempo si è parlato della sua malattia e dei suoi problemi di salute, che lo avevano allontanato dal mondo della televisione; è iniziato tutto sul finire degli anni Novanta, quando aveva 42 anni ed era uno dei personaggi più noti e amati della nostra televisione. Purtroppo, nel 1998, a seguito di un intervento che sembrava essere di routine Castagna fu vittima di un doppio aneurisma all’aorta: rimase otto mesi in ospedale subendo vari interventi, e nell’occasione citò in giudizio i medici che lo avevano operato (causa persa e contro-processo per diffamazione, nel quale fu assolto).

Nel 1999 Castagna pubblicò La mano sul cuore, un libro nel quale raccontava la sua battaglia contro la morte; ebbe costantemente problemi di salute dovendo sottoporsi a dialisi e restando in attesa per un trapianto ai reni. Tuttavia, nel 2001 il presentatore riuscì a tornare in televisione per condurre nuovamente Stranamore; nel frattempo però gli ascolti erano calati e la trasmissione fu spostata su Rete 4. Due anni più tardi, Castagna entro in politica per ricoprire la carica di assessore per i grandi eventi del comune di San Felice Circeo (provincia di Latina) e nel 2004 condusse Cosa non farei su Rete 4, programma che lo rilanciò anche per Stranamore che, sempre nell’autunno dello stesso anno, ricominciò a condurre insieme ad Emanuela Folliero. Purtroppo, sarebbe stato il suo ultimo lavoro.

COME E’ MORTO ALBERTO CASTAGNA? LA SCOMPARSA IMPROVVISA

La morte di Alberto Castagna avvenne infatti il primo marzo 2005: fu un’emorragia interna a decretare la scomparsa del conduttore, che fu improvvisata. L’annuncio, esattamente come era accaduto per Claudio Villa 18 anni prima, fu dato in eurovisione nel corso del Festival di Sanremo: quella volta nel 1987 era stato Pippo Baudo ad informare il Teatro Ariston e tutti i telespettatori della morte del cantante e attore, il triste annuncio della morte di Castagna fu invece dato da Paolo Bonolis. Ricordiamo anche che il conduttore aveva sposato Maria Concetta Romano ma il matrimonio sarebbe durato solo un anno per la relazione di lui con Francesca Rettondini. Con la quale sarebbe poi tornato anche a seguito di un riavvicinamento con la ex moglie, che era avvenuto in seguito ai problemi di salute.



© RIPRODUZIONE RISERVATA