Alex Belli chiede “Giustizia per Alika Ogorchuckwu”/ Dalla TV al sociale: la svolta dopo il GF Vip

- Anna Montesano

Alex Belli chiede “Giustizia per Alika Ogorchuckwu”: l’ex gieffino si dedica al sociale e sposa la causa della famiglia del nigeriano ucciso a Civitanova Marche

alex belli alika 640x300
Alex Belli e Daniele Angelini, maglia per Alika

Anche Alex Belli chiede “Justice for Alika”

“Justice for Alika” è l’appello lanciato lo scorso 7 agosto in Piazza XX Settembre, a Civitanova Marche, durante il corteo organizzato per Alika Ogorchuckwu, il mendicante 39enne di origine nigeriane aggredito e ucciso da un italiano il 29 luglio in strada. Chiedono giustizia la moglie di Alika Charity Oriakhi e i circa 500 presenti al presidio attraverso una t-shirt nera indossata per lanciare un appello chiaro: che ciò che è accaduto non venga dimenticato e non si ripeta. Lo stesso appello è stato condiviso da Alex Belli, noto volto televisivo che ha deciso di metterci la faccia e far sentire il suo supporto alla moglie e al figlio di Alika.

Non solo Tv e gossip per Alex Belli. Il fotografo e imprenditore, reduce da una lunga avventura al Grande Fratello Vip 6, si è allontanato dal piccolo schermo anche per dedicarsi a questioni lontane dal mondo patinato e costantemente sotto i riflettori. Alex si impegna nel sociale e lo fa sposando la causa di Alika e della sua famiglia.

Alex Belli al fianco di Daniele Angelini per Alika

Con la t-shirt nera dalla scritta “Justice for Alika” tenuta alta tra le mani, Alex Belli posa al fianco di Daniele Angelini, il farmacista e imprenditore attualmente impegnato in una raccolta fondi per il figlio della vittima. Di lui ha recentemente parlato il direttore direttore di Novella 2000 e direttore editoriale di Visto Roberto Alessi in un post pubblicato su Instagram, spiegando di conoscere l’uomo e aver visto in prima persona l’impegno profuso nell’intera vicenda.

L’omicidio di Alika, d’altronde, ha smosso gli animi di tanti, non solo dei cittadini di Civitanova Marche dove è avvenuto il fatto. Lo dimostra proprio Alex Belli, che ha però preferito non ‘pubblicizzare’ il suo supporto alla causa attraverso i social. Gesto che potremmo definire una dimostrazione della sincerità dell’impegno dell’ex gieffino nella drammatica vicenda.







© RIPRODUZIONE RISERVATA