ALEX ZANARDI OPERATO PER LA TERZA VOLTA: COME STA/ “Ipotesi risveglio in settimana”

- Alessandro Nidi

Sabato il campione azzurro di handbike è stato sottoposto a una nuova operazione, durata cinque ore e riuscita al 100%. Ipotesi lento risveglio nel weekend.

Zanardi
Alex Zanardi (LaPresse)

Alex Zanardi potrebbe iniziare il lento risveglio nel fine settimana. A quasi tre settimane dal brutto incidente sulla strada provinciale 146 nel comune di Pienza, il campione par olimpico potrebbe uscire dal coma farmacologico dopo la terza operazione di sabato. Come reso noto in un bollettino, il professor Paolo Gennaro ha spiegato che le fratture erano complesse ed hanno richiesto un’accurata programmazione. L’intervento è durato 5 ore ed attualmente Zanardi si trova nel reparto di terapia intensiva, dov’è sedato e ventilato meccanicamente. Nel bollettino è stato evidenziato che «le sue condizioni rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, gravi dal punto di vista neurologico, la prognosi rimane riservata». Attesi aggiornamenti nel corso dei prossimi giorni: quando le condizioni lo permetteranno, la quantità di sedazione verrà ridotta così da verificare se e come Zanardi reagirà dal punto di vista neurologico. (Aggiornamento di MB)

ALEX ZANARDI, COME STA DOPO IL TERZO INTERVENTO?

Chi gli vuole bene e continua a pregare per lui sapeva fin dal primo momento che per Alex Zanardi si profilava all’orizzonte una nuova, terribile battaglia; d’altro canto, l’incidente che ha coinvolto l’ex pilota di Formula 1 e, oggi, atleta paralimpico di handbike sulla strada statale che collega Pienza a San Quirico D’Orcia, è stato caratterizzato da un impatto violento e un testimone ha riferito di avere sentito urlare dal dolore Zanardi, che, durante la staffetta ciclistica “Obiettivo tricolore” (di natura assolutamente amatoriale), ha perso – forse per un guasto tecnico del mezzo – il controllo della sua handbike, impattando violentemente in curva contro un camion che procedeva nel senso opposto di circolazione. Immediatamente l’azzurro è stato portato e operato d’urgenza al policlinico “Le Scotte di Siena”, per poi passare a una situazione di coma farmacologico e ricovero in terapia intensiva. Poi, lo scorso 29 giugno, una seconda operazione, sempre al cervello.

ALEX ZANARDI: NUOVO INTERVENTO SABATO

Alex Zanardi, nella giornata di sabato 4 luglio, ha subìto il terzo intervento chirurgico presso il nosocomio senese. La notizia è emersa soltanto in queste ore, arricchita da alcuni dettagli: l’intervento, eseguito dall’équipe multidisciplinare guidata dal primario della chirurgia maxillo-facciale, Paolo Gennaro, si è protratto all’incirca per cinque ore e ha consentito di procedere con una ricostruzione cranio-facciale. L’atleta, quindi, è stato nuovamente condotto in terapia intensiva, con la sua prognosi che continua a restare riservata. Tecnicamente l’operazione può dirsi riuscita al 100%, anche se soltanto il tempo potrà rivelare le reali condizioni di salute e neurologiche di Alex Zanardi. Per lui, dunque, la necessità di intervenire chirurgicamente sul cranio e sulle ossa del volto, per via dell’esigenza di stabilizzare ulteriormente una situazione – purtroppo – altamente precaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA