Allerta meteo Sicilia domani/ Previsioni: forte maltempo, arriva ciclone mediterraneo

- Silvana Palazzo

Allerta meteo Sicilia domani, lunedì 11 novembre 2019. Le previsioni: forte maltempo, arriva un ciclone mediterraneo. L’avvertimento della Protezione Civile

scuole chiuse oggi
Immagine di repertorio (LaPresse, 2019)

Allerta meteo Sicilia domani, lunedì 11 novembre 2019. L’ha diramata la Protezione Civile ed è di tipo “arancione”. L’inizio settimana sarà caratterizzato da temporali e un “ciclone mediterraneo”. Le previsioni meteo si riflettono sul bollettino della Protezione Civile in merito alla giornata di domani. È prevista una nuova ondata di maltempo che colpirà l’Italia, e in modo particolare il Sud. Stando a quanto riportato da 3B Meteo, a partire da domani un vortice depressionario si posizionerà prima ad ovest della Sardegna, poi tra Tunisia e Sicilia, per poi risalire lungo la Penisola italiana. Nello specifico si avrò a che fare con un ciclone mediterraneo che porterà venti violenti dalla rotazione ciclonica e forte maltempo. Bisognerà fare attenzione anche martedì 12, perché si prolungheranno temporali, nubifragi e tempeste di vento. La conferma arriva dal bollettino della Protezione Civile che segnala criticità di tipo “arancione”.

ALLERTA METEO SICILIA DOMANI: FORTE MALTEMPO

Il Dipartimento Regionale della Protezione Civile della Regione Sicilia ha previsto per domani piogge sparse dalla mattinata in tutta l’isola. Saranno diffuse e persistenti nella seconda parte della giornata, dove si verificheranno fenomeni a prevalente carattere di rovescio e temporale. Queste condizioni avverse dovrebbero durare comunque per 24-36 ore. Si prevedono inoltre anche venti di burrasca, forti mareggiate e frequente attività elettrica. Per questa ragione il sindaco di Agrigento Calogero Firetto ha disposto la chiusura delle scuole per «forti rischi idrogeologici e idraulici a causa delle previste condizioni meteorologiche avverse». I sindaci di Palma di Montechiaro e Naro hanno preso la stessa decisione, così pure i sindaci di Ribera, Sciacca, Canicattì e Favara, mentre altri sindaci sarebbero sul punto di emettere la stessa ordinanza, secondo quanto riportato dalle testate locali.



© RIPRODUZIONE RISERVATA