Amanda Lear: “GF Vip? Orrendo!”/ “Dovevo duettare con i Maneskin a Sanremo, poi…”

- Alessandro Nidi

Amanda Lear: “Mi manca l’Italia e vorrei dimostrare che oggi sono un personaggio più maturo. Altrimenti, metterò un annuncio sui giornali per cercare lavoro”

Amanda Lear
La showgirl Amanda Lear

Amanda Lear è intervenuta sull’edizione de “Il Fatto Quotidiano” in edicola oggi, lunedì 20 settembre 2021, parlando del suo futuro, sul quale ha iniziato a sviluppare nuovi ragionamenti grazie alla pandemia di Coronavirus: “Il confinamento mi ha forzato a riflettere su quello che volevo fare. Ho capito che voglio sorprendere ancora la gente, fare cose nuove”, ha asserito senza troppa retorica la cantante e showgirl.

Così, mentre porta in scena a teatro “Qu’est-il arrivé a Bette Davis et Joan Crawford”, pièce che sta conquistando il pubblico francese, Lear rivela di voler sorprendere i suoi fan e di essere stanca di fare le stesse cose e vedere le solite persone. Un ritorno in tv in Italia sarebbe possibile? “Ci sono programmi uguali ogni domenica, ogni sera. Ho fatto ‘Stryx’ che ha rivoluzionato il costume, con Patty Pravo e Grace Jones. E Cocktail d’amore mi chiedono tutti perché non si faccia più. Beh, in Rai piangono sempre, dicendo che non ci sono più soldi. Hanno tolto molti programmi interessanti per questi Grandi Fratelli, L’Isola, cose orrende. Lo stesso succede in Francia”.

AMANDA LEAR: “HO INTERVISTATO FRANCO BATTIATO E…”

Nel prosieguo della sua chiacchierata con i colleghi de “Il Fatto Quotidiano”, Amanda Lear ha ricordato di avere intervistato il compianto Franco Battiato: “È stato eccezionale! Sono andata a casa sua a realizzare l’intervista, è stato un incontro meraviglioso. C’è sempre stata grande ammirazione tra di noi, ci conoscevamo da tanti anni: colto, intelligente, sublime. Ho sempre intervistato grandi personaggi, tranne uno: Mina. Un’amica che vorrei tanto rivedere. Ricordo un suo concerto alla Bussola in Versilia e subito dopo ci siamo messe a giocare a carte”.

Lear ha quindi rammentato che i Cccp si erano interessati a lei in termini musicali, così come i Baustelle. Poi, il colpo di scena: “È successo anche con i Maneskin, dovevamo duettare a Sanremo, ma poi non l’abbiamo fatto. In ogni caso mi piacciono”. Infine, un appello alla televisione italiana: “La partecipazione come ospite ai soliti vecchi programmi non mi interessa più. Mi manca l’Italia e vorrei dimostrare che Amanda Lear oggi è un personaggio più maturo. Altrimenti, metterò un annuncio sui giornali per cercare lavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA