ANDREA MONTOVOLI: “SONO STATO IN CARCERE”/ Perché? “Finito in brutti giri a 17 anni”

- Fabiola Iuliano

Andrea Montovoli è finito in carcere all’età di 17 anni, che cosa ha fatto? La confessione dell’attore al Grande Fratello Vip 4

andrea montovoli gf
Andrea Montovoli piange al Grande Fratello Vip 2020

Andrea Montovoli ha deciso di raccontare il suo difficile passato. L’attore, al Grande Fratello Vip, nel corso di un confessionale, ha svelato di essere stato in carcere. “Dopo la morte di mio padre, avevo 13-14 anni, e mi sono ritrovato in giri brutti. – ha raccontato – Ad un certo punto mi sono ritrovato con un fucile a pompa piantato dietro la testa a faccia a terra, mi sono visto la vita passare davanti, poi appena mi hanno messo le manette ho capito che ero salvo”. Montovoli aggiunge poi che questo segreto “È un mostro che avevo dentro da 17 anni. Qua dentro succedono cose strane, cose belle e hai tanto tempo di pensare. E pensando ho potuto portarlo fuori, perché se posso essere da esempio io ora, dopo 17 anni, ho inseguito il mio sogno e oggi sono qui”, racconta. (Aggiornamento di Anna Montesano)

COS’È SUCCESSO AD ANDREA MONTOVOLI?

C’è qualcosa nel passato di Andrea Montovoli che continua a turbarlo. Si tratta di storia che solo in pochi conoscono, che per tanto tempo ha celato al suo pubblico e che di recente è tornata a galla per tormentarlo. Di questo, il concorrente del Grande Fratello Vip 2020 ha parlato con l’amico Paolo Ciavarro, al quale ha confidato la voglia di lasciare il reality per dare ascolto a quel senso di libertà di cui, tanto tempo fa, non ha potuto usufruire. “Sono veramente stanco”, ha esordito Montovoli in un momento di confidenza con Ciavarro. “Stanco e contento – ha poi precisato – perché se faccio questa scelta mi libero dell’ultima chiave dell’ultimo pentolone”. Di cosa si tratta? Il gieffino ha preferito non bilanciarsi, ma ha ribadito l’importanza di potersi togliere questo peso al più presto, soprattutto “perché diciassette anni fa non ho potuto liberarmi”. Attualmente, però, i tempi non sono ancora maturi, spiega Montovoli: “Mi libererò appena me ne andrò”.

ANDREA MONTOVOLI: UN PASSATO DIFFICILE ALLE SPALLE

Andrea Montovoli non vede l’ora di potersi togliere di dosso il peso che da anni lo attanaglia. Si tratterebbe, in particolare, di qualcosa accaduto quando aveva solo 18 anni e che ha segnato profondamente la sua vita. Un segreto che “è legato alla libertà”, e in particolare, “una cosa molto brutta che non auguro a nessuno”. Tuttavia, ciò che è accaduto ha segnato profondamente il suo percorso, contribuendo a cambiare la sua vita. Andrea Montovoli sa infatti che il suo vissuto gli è servito per diventare l’uomo che è oggi. Proprio per questo, dice: “non me ne pento, perché ho saputo vedere il bicchiere mezzo pieno in quel momento della vita”. In questo momento, però, sente il bisogno di tirare finalmente fuori questo peso, anche in vista di una data che gli riporta alla mente ogni dettaglio: “Visto che mi sta attanagliando, ho bisogno di liberarmi. Avevo 18 anni – ha spiegato il concorrente – è successo a San Valentino”.

IL PASSATO DI ANDREA MONTOVOLI: “QUANDO TOCCHI CERTE CORDE…”

Quando Andrea Montovoli si riferisce al suo passato misterioso ne parla come “la cosa più brutta che può succedere”. Il mistero è ancora fitto, ma l’attore ha seminato qualche indizio: “parliamo di sei mesi, passati quel modo. E gli anni a seguire”. Da qui, il bisogno di lasciare al più presto la casa del Grande Fratello Vip 2020, perché “quando tocchi certe corde capisci che la libertà non è più solo una parola, ma diventa un peso notevole e fondamentale nella propria vita”, ha spiegato. “E pure, che sia un gioco o quel che vuoi, una forma di reclusione forzata non voglio più tollerarla – ha aggiunto poco dopo il concorrente – quella volta lì non ho potuto scegliere di uscire. Non so come dirti, avevo fin troppo degli obblighi, selle costrizioni”. Ma cosa è accaduto nel passato di Montovloli? “Mio padre era già da un paio d’anni che non c’era più e io facevo tante cazz*te – ha rivelato il concorrente – Poi batti la testa così forte e c’è un break dove vedi il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto e decidi cosa fare della tua vita. Ad oggi non me ne vergogno – ha aggiunto – perché è una bella storia di resilienza, come Fernanda”. Qui il video.

© RIPRODUZIONE RISERVATA