Android System WebView “crash”/ Gmail e Google Play si chiudono da sole: cosa fare

- Silvana Palazzo

Android System WebView fa “crash” e alcune app come Gmail e Google Play si chiudono da sole: cosa fare per risolvere il problema

Google Gmail
Google Gmail (Pixabay, 2019)

Problemi per Android System WebView, una parte del sistema operativo di Google che si occupa del rendering delle pagine web tramite le app di Android. In sostanza, serve ad offrire all’utente una navigazione simile a quella che si può avere su Chrome. Questi problemi sono sorti oggi, martedì 23 marzo 2021, causando non pochi disservizi agli utenti Android. Infatti, sui siti come DownDetector, che raccolgono segnalazioni di malfunzionamenti, ma anche su social come Reddit e Twitter, si sono susseguite segnalazioni e lamentele riguardanti la chiusura improvvisa di alcune applicazioni Android. Un “crash”, come viene chiamato in questi casi, che nello specifico ha riguardato anche Gmail, Google Play e altre app legate a servizi bancari.

Il colosso di Mountain View si è messo subito al lavoro per risolvere il problema, che verte appunto attorno ad Android System WebView. Alcuni utenti hanno provato ad aggirare il problema cercando consigli condivisi online, ad esempio, anche dal profilo Twitter ufficiale di Samsung.

ANDROID SYSTEM WEBVIEW “CRASH”: GOOGLE INTERVIENE

Ad esempio, uno dei consigli più ricorrenti è quello di disinstallare gli aggiornamenti di Android System WebView, entrando nelle impostazioni generali che si trovano nella sezione App. Se però l’applicazione in questione non è subito visibile, bisogna cercarla dopo aver selezionato i tre puntini in verticale e selezionando poi l’opzione che consente di mostrare i servizi di sistema. Nel frattempo, è arrivata la risposta di Google che su un blog ha annunciato di aver risolto il problema relativo al crash di Gmail tramite un aggiornamento che è stato reso disponibile agli utenti all’interno del Play Store.

Dunque, è stato chiesto di aggiornare sia l’app per Android System WebView che quella del browser Chrome. Il lieto fine non è però arrivato subito per tutti, perché all’inizio non è stato disponibile per tutti il suddetto aggiornamento, quindi in molti hanno dovuto fare diversi tentativi nel corso della giornata per procedere con l’aggiornamento e risolvere così il problema.



© RIPRODUZIONE RISERVATA