ANGELO PREVITERA, CHI È/ Il tastierista di Battiato: “Franco era imprevedibile”

- Elisa Porcelluzzi

Angelo Privitera, tastierista e programmatore, amico e collaboratore per 30 anni di Franco Battiato: “I suoi brani ci convincono che non se n’è mai andato”.

angelo previtera
(Oggi è un altro giorno)

Grande emozione a Oggi è un altro giorno per il ricordo di Franco Battiato, morto esattamente un anno fa. Tanti amici dell’artista siciliano nel salotto di Serena Bortone e non poteva di certo mancare Angelo Previtera, suo tastierista e grande amico: “Ci sono tantissimi aneddoti. Noi iniziavamo sempre al mattino presto in studio. Poi all’improvviso andavamo a prenderci un gelato o una granita. Franco era assolutamente imprevedibile”.

Lavorare con Franco Battiato è stato incredibile secondo Angelo Previtera, che ha poi ricordato un episodio che coinvolge anche Lucio Dalla: “Un giorno non arrivava l’acqua in studio, decidemmo di smontare l’impianto e nel frattempo arrivò Lucio Dalla. Appena ci vide con questa fontana d’acqua, ci chiese cosa stavamo facendo. Scoppiamo tutti a ridere”. (Aggiornamento di MB)

Angelo Privitera: 30 anni al fianco di Franco Battiato

Angelo Privitera è stato per trent’anni al fianco di Franco Battiato. Angelo, tastierista e programmatore, è stato il collaboratore più stretto di Battiato, a cui è stato legatissimo fino all’ultimo giorno. In una lunga intervista su La Sicilia, Privitera ha ricordata il primo incontro con Battiato: “Nel 1985 si festeggiavano i 60 anni del Liceo scientifico Archimede di Acireale da lui frequentato, vent’anni prima di me. Franco viveva allora a Milano ma venne. Io c’ero come ex alunno e per suonare. Nacque un’amicizia. Lo andai a trovare a Milano e poi quando lui tornò a vivere in Sicilia, iniziò una collaborazione intensa. Ma il lavoro era quasi di contorno, eravamo come fratelli, condividevamo tutto”. Angelo, che ha anche gestito il sito internet dell’artista, si recava quotidianamente a Milo alle 7 del mattino per iniziare a lavorare insieme.

Angelo Privitera ricorda l’amico Franco Battiato

Franco sembrava a molti un tipo distante, invece era scherzoso, amava ridere, faceva battute”, ha detto Angelo Privitera su La Sicilia. Per il musicista la tournée in India con Battiato è stata un’esperienza fantastica con due concerti uno a Nuova Delhi e uno Bangalore. Dopo la morte di Franco Battiato, l’amico Angelo porta avanti il progetto sui brani dell’artista con Fabio Cinti, cantautore vicentino. Lo scorso anno hanno portato in scena “Over and over again” con il Nuovo Quartetto Italiano con Alessandro Simoncini e Luigi Mazza (violino), Demetrio Comuzzi alla viola, Marco Ferri al violoncello. “Con brani come “E ti vengo a cercare” o “L’ombra della luce” e “Torneremo ancora” ci convince che non se n’è mai andato”, ha concluso Privitera su La Sicilia.





© RIPRODUZIONE RISERVATA