“Anoressia” per medici, ma bimba è malata di tumore raro/ “M’hanno rovinato la vita”

I medici di più ospedali lombardi avevano diagnosticato un problema psicologico, ma la bimba ha un tumore raro, scoperto grazie alla forza di volontà della madre.

Meningite, morta manager russa
Neonato morto in ospedale "perso il corpo!" (Foto: Pixabay)

La forza e il coraggio di una madre può fare fronte a tutto, a dimostrarlo è una storia che arriva direttamente dalla Lombardia, da Varese. Dopo un calvario lungo tre anni, la donna è riuscita a capire quale fosse il problema che ha colpito la figlia: i medici di diversi ospedali della Lombardia avevano sempre parlato di anoressia, un problema psicologico, ma la bimba è malata di un tumore raro. Come raccontato dall’associazione Ponte del Sorriso, la piccola nell’arco degli ultimi tre anni è stata visitata in diversi presidi regionali, ma la svolta è arrivata nel corso della visita, l’ennesima, effettuata presso l’ospedale di Sondrio. La bambina accusava diversi sintomi e malesseri, ricondotti sempre da parte dei medici all’anoressia. Come evidenziato da Il Giorno, hanno però sottovalutato i problemi gastrointestinali della piccola e la sua scarsa crescita…

IL CALVARIO DELLA BIMBA MALATA DI TUMORE RARO

La famiglia ha fatto il giro di numerosi ospedali per chiarire la causa del malessere accusato dalla piccola, con i genitori che sono arrivati a convincersi che fosse affetta da un problema psicologico. A fare chiarezza sullo stato di salute della bambina è stato il dottor Emilio Palumbo, pediatra dell’ospedale di Sondrio e responsabile dell’ambulatorio di diabetologia pediatrica: dopo le analisi del caso, è stato diagnosticato un raro tumore cerebrale. Come vi abbiamo riportato, la piccola presentava sintomi da gastroenterite ma «dalle analisi del sangue, ci siamo immediatamente accorti che i valori del sodio erano troppo alti perché la malattia fosse quella», spiega Palumbo a Il Giorno. La bimba beveva moltissimo e, dopo il test della sete, è stato evidenziato un diabete insipido che può essere legato a cause cerebrali o renali, con la paziente affetta da un tumore nella zona dell’ipofisi. Una diagnosi choc che però ha permesso alla famiglia di capire la reale entità della malattia…

“HANNO ROVINATO LA VITA A ME E A MIA FIGLIA”

La massa non permetteva all’organismo di funzionare regolarmente, provocando i sintomi accusati dalla piccola nel corso del tempo. Un vero e proprio calvario durato tre anni, con la bimba operata a Varese dopo la diagnosi della neoplasia – intervento chirurgico durato oltre 10 ore – ora inizierà i cicli di chemioterapia all’Istituto dei tumori di Milano, circondata dall’affetto dei suoi genitori. Una mamma che non hai mai mollato e che ha sempre lottato per capire con esattezza il problema che ha colpito la figlia: «Mi hanno rovinato la vita e l’hanno rovinata a mia figlia», le sue parole ai microfoni di Sette Giorni. Questo il messaggio dedicatole dall’associazione Ponte del sorriso: «Cara mamma il percorso è ancora lungo, ma il tuo Amore verso la tua piccola ti guiderà, come ha fatto fino adesso. Le mamme vanno ascoltate, cercando di cogliere i loro segnali di SOS, perché le mamme hanno un settimo senso, non solo un sesto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA