Antonio Capone, ispettore di studio di Sanremo 2020/ “A Fiorello ho dato 10 euro…”

- Stella Dibenedetto

Antonio Capone, ispettore di studio di Sanremo 2020, racconta a Vieni da me i retroscena del Festival: “a Fiorello ho dato 10 euro…”.

antonio capone min
Antonio Capone a Vieni da me

Antonio Capone, l’ispettore di studio di Sanremo 2020, ai microfoni di Vieni da me, racconta i retroscena del Festival. “Antonio è colui che fa funzionare tutto dietro le quinte per avere la perfezione davanti”, spiega Caterina Balivo che, poi, annuncia che a maggio, dopo trent’anni di lavoro, Antonio andrà in pensione. “A casa non sono tanto contenti perchè stato tutto il giorno con loro”, dice Capone tirando fuori quell’ironia che gi ha permesso di dare vita, su un palco importante come quello del Teatro Ariston, divertenti siparietti con Amadeus. Il suo nome che il direttore artistico della settantesima edizione del Festival di Sanremo ha chiamato spesso durante le cinque serate che hanno portato a casa ascolti record è diventato famoso in tutta Italia e ai microfoni della trasmissione pomeridiana di Raiuno, Antonio Capone svela alcuni retroscena su quanto accadeva dietro le quinte con Amadeus e Fiorello.

ANTONIO CAPONE: “A SANREMO 2020 HO DATO 10 EURO A FIORELLO PER…”

“E’ bello stare qua“, esordisce Antonio Capone dopo aver visto un riassunto dei suoi siparietti a Sanremo con Amadeus. Prima di parlare di Sanremo 2020, Capone svela cosa accadde quando Madonna fu ospite di Sanremo. “Madonna è venuta a Sanremo e ha preteso che nessuno vedesse le sue prove. Io ho detto se esco tu non canti”, ricorda l’ispettore di studio. Poi si passa ad Amadeus. “Lui e Fiorello sono delle persone splendide anche se Fiorello, durante le prove, nonostante fosse finito il suo tempo, continuava a stare sul palco. Noi dovevamo andare avanti con le prove e ad un certo punto gli ho dato 10 euro e gli ho detto ‘te ne vai al cinema, se servi ti chiamiamo”, racconta Antonio Capone che, poi, svela di non aver mai dato realmente i 10 euro a Fiorello.



© RIPRODUZIONE RISERVATA