Anziana portata via da RSA di Catania in diretta tv/ Figlia piange: “Bagnata di pipì”

- Hedda Hopper

Anziana portata via da RSA di Catania in diretta tv a Mattino5, la figlia piange e ammette: “L’ho trovata bagnata di pipì e ha una frattura..”

rsa catania mattino5 640x300

Oggi a Mattino5 si torna a parlare di cronaca con gli inviati collocati nei punti di maggiore interesse, Villa Inferno ed RSA di Catania. Proprio l’inviata presente in Sicilia continua a parlare delle violenze e delle registrazioni fatte nella casa di cura e in quel momento arriva un’ambulanza chiamata dalla figlia di una signora per portare via la madre. In diretta tv la donna viene intervistata da Federica Panicucci che ci tiene subito a dire che l’anziana non è stata portata via perché ammalata o con problemi di salute ma perché la figlia ha deciso di portarla via dopo quello che è successo: “E’ vergognoso, le hanno messo i panni a cappero di cane, è tutta bagnata, si è fatta la pipì addosso poveretta, non vedevo l’ora di portarla via perché ha una frattura e ho dovuto aspettare l’ambulanza altrimenti l’avrei portata via in macchina già nei giorni scorsi”.

Anziana portata via da RSA di Catania in diretta tv a Mattino5

Agnese Virgillito poi chiede alla donna il perché di questa frattura e lei ribadisce: “Il mio non è un sospetto sulla struttura ma è una certezza, mia mamma è entrata sulle sue gambe e c’è stata negligenza a comunicarmi della caduta, aveva abrasioni sul braccio, il fianco sinistro nero, ha anche il braccio che non muove bene, insomma..”. Secondo la donna la madre potrebbe aver avuto la scabbia perché aveva dei puntini sulle mani ma nessuno mi ha detto mai niente: “Avevo un’amica nella struttura, sono rimasta male 150 su 100, vergognosa”. Poi la giornalista rilancia parlando dell’amministratore unico che è stato sospeso per dodici mesi ma è in struttura questa mattina. Poi alla fine la signora si commuove ringraziando i ragazzi dell’ambulanza e della struttura che adesso ospiterà la madre che ha una malattia neurologica e non può difendersi. Ecco il video del momento:

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA