Appeal, rivista moda Made in Italy/ Il magazine immaginario degli anni ’70

- Matteo Fantozzi

Appeal, rivista moda Made in Italy: il magazine immaginario degli anni ’70 riflette su sé stessa e ci porta al centro del mondo dello spettacolo.

La redazione di ‘Appeal’ in ‘Made in Italy’
La redazione di ‘Appeal’ in ‘Made in Italy’

La nuova serie tv Made in Italy ruota attorno alla rivista di moda Appeal, un magazine immaginario che si occupa di stilisti e modelle negli anni settanta. All’interno del cast troviamo la redazione che insieme collabora per riuscire a dare un servizio prezioso per i suoi lettori. Dalle interviste agli speciali fino alle fotografie e gli abiti da inserire all’interno dei dossier abbiamo la possibilità di scoprire dei contesti davvero molto interessanti e pieni di passione. Proprio quest’ultima muove i protagonisti all’interno di un contesto creativo e pieno di spunti interessanti verso il futuro. Una rivista che sta al passo con i tempi e riesce a dare al pubblico le giuste informazioni dando sempre una chiave di lettura diversa.

Appeal, rivista moda Made in Italy: il campo dello spettacolo

Ovviamente la rivista di moda Appeal di Made in Italy ci porta al centro del mondo dello spettacolo. Questo permette alla serie tv di assumere un aspetto metalinguistico, in grado dunque di riflettere all’interno su quello che prettamente è. Si inserisce dunque nella cornice di quello che il Professor Giorgio De Vincenti catalogava, nelle sue analisi sul cinema, come modernità. Lo studio del dispositivo e la sovrapposizione dei materiali ci viene raccontato molto bene dalla Nouvelle Vague francese, qui senza uscire di contesto sicuramente ci troviamo di fronte a una lezione molto interessante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA