Ashli Babbitt, chi era donna uccisa in scontri Congresso/ Video: veterana e fan QAnon

- Silvana Palazzo

Ashli Babbitt, chi era la donna uccisa dalla polizia negli scontri al Congresso Usa: video. Veterana, fan di Donald Trump e QAnon, aveva scritto: “La tempesta si abbatterà su Washington”

ashli babbit abc 640x300
Ashli Babbitt

Si chiama Ashli Babbitt la donna colpita al petto con un colpo di pistolanell’assedio al Congresso Usa. Veterana dell’Air Force, la 35enne aveva servito in Iraq e Afghanistan ed era una sostenitrice di Trump e delle teorie cospirative di QAnon. La donna viveva a San Diego, dopo aver servito per 14 anni nell’esercito. Poi aveva aperto un’azienda di servizi e attrezzature per piscine, la Fowlers Pool Service and Supply, insieme al marito, che però ieri non è andato a Washington insieme a lei. «Davvero non so perché abbia deciso di fare ciò», ha dichiarato la suocera a Fox 5 Dc, confermandone l’identità. Ashli Elizabeth Babbitt viene descritta come una «donna meravigliosa, con un grande cuore e una mente forte» dall’ex marito Timothy McEntee, con cui aveva servito nell’aeronautica ed era stata sposata dal 2005 al 2009. «Amava l’America con tutto il cuore». Intanto è stata aperta un’inchiesta per ricostruire quanto accaduto nei corridoi di Capitol Hill. Secondo i media americani, sarebbe stata colpita alle 15 circa davanti alla Camera, quando i ribelli hanno distrutto i vetri della porta dietro cui erano barricati i deputati per introdursi all’interno.

ASHLI BABBITT, VETERANA E FAN DI TRUMP E QANON

In un video diffuso sui social si sente un colpo di pistola, poi si vede Ashli Babbitt a terra, avvolta in una bandiera trumpiana blu con lo slogan “Make America Great Again”. Dietro di lei agenti del servizio di sicurezza di Capitol Hill con i fucili rivolti sui manifestanti. Stando ad un altro video, a colpire la donna sarebbe stato uno degli agenti di sicurezza armati che stavano difendendo l’area protetta dell’edificio. Quindi, quando ha visto la donna arrampicarsi sulla porta divelta per provare a passare attraverso i vetri rotti dai manifestanti, le ha sparato. La donna è quindi caduta pesantemente a terra ed è stata subito soccorsa. Le prime immagini la mostrano insanguinata ma ancora cosciente. La morte è sopravvenuta dopo il trasporto in ospedale. Ashli Babbit citava spesso le teorie QAnon, movimento secondo cui i democratici fanno parte di una setta satanica di pedofili contro cui si batte proprio Donald Trump. Il 5 gennaio scriveva che era arrivato il giorno «della tempesta», il momento della resa dei conti fra il presidente e i suoi rivali. «La tempesta è qua e si abbatterà su Washington in meno di 24 ore. Dal buio alla luce!».



© RIPRODUZIONE RISERVATA