BMW IN CAMBIO DI UNA MOZZARELLA: TRUFFA CIRO GALLO/ Video Le Iene “auto demolita” ma…

- Emanuela Longo

Auto da 50mila euro in cambio di una mozzarella da due chili: la truffa di Ciro Gallo. Il viaggio in Bulgaria a caccia dell’auto

truffa ciro gallo iene
La truffa di Ciro Gallo, Le Iene
Pubblicità

Enrico è solo uno dei tanti truffati da Ciro Gallo. “E’ una storia che mi ha devastato”, ha raccontato a Le Iene prima di spiegare nei dettagli la vicenda. Tutto inizia da un annuncio messo sul sito subito.it da Enrico per vendere la sua Bmw X2 a 50mila euro, un vero affare. Viene prontamente contattato da Ciro Gallo – che in realtà è il pregiudicato Emanuele De Simone già arrestato per estorsione nel 2016 – e chiudono l’accordo a 47500 euro. “Ma non ero convinto, così gli ho chiesto una fotografia dell’assegno”, racconta Enrico. Gallo per tranquillizzarlo gli dice di avere una latteria e che gli avrebbe mandato “una mozzarella da 2 chili”. Enrico ci casca subito: “Si è presentato con la mozzarella, io mi sono addolcito”, ha dichiarato. I due si incontrano a Pordenone e chiudono l’affare: “Abbiamo chiamato la banca emittente, la cassiera controlla l’assegno… Ci ha confermato che è tutto a posto”, ha aggiunto Enrico. In realtà si trattava però di un assegno clonato. Grazie al Gps lasciato attivo sull’auto, tramite l’app il giovane riesce a vedere gli spostamenti dell’auto: “Ciro Gallo era a Castellammare di Stabia, ma non mi tornava che si era comprato 50mila euro di macchina e non aveva ancora fatto il pieno”. Dopo pochi giorni però, ritrova l’auto in Bulgaria: “Lì ho capito che era una truffa”. I soldi non arrivano mai ed Enrico è rimasto solo con una mozzarella da 2 chili. Grazie a Le Iene si reca in Bulgaria dove ritrova la sua auto ma qui è stata sequestrata per irregolarità a una persona del posto che riescono a rintracciare. “Mio marito l’ha comprata da Ciro Gallo che l’ha portata qui”, spiega una donna. Quell’auto gli era stata venduta a 38 mila euro ma ormai, anche loro truffati, non vogliono saperne nulla e restituiscono le chiavi ad Enrico. Di ritorno in Italia, Di Sarno si reca da Ciro Gallo a Castellammare di Stabia. “La macchina l’ho demolita”, dice, mentre cerca rifugio nel commissariato di polizia. Poi chiosa: “L’ho truffato e quindi? Ora non lo faccio più”. CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO INTEGRALE (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

LA TRUFFA DELL’AUTO

Si torna a parlare di truffe a Le Iene, ma quella di cui ci parlerà l’inviato Alessandro Di Sarno è davvero particolare. Vittima delle malefatte di tale Ciro Gallo è il giovane Enrico, che ha contattato la trasmissione di Italia 1. Proprio insieme a Di Sarno si mettono in viaggio alla volta della Bulgaria per recuperare l’auto Bmw in vendita a 50mila euro e barattata con una mozzarella di 2 chili. A raccontare l’assurda disavventura è stato proprio il malcapitato, Enrico, che ha messo in vendita la sua vettura a quasi 50mila euro. Ai microfoni de Le Iene ha raccontato: “Trovo l’acquirente. Mi chiama questo Ciro Gallo. Abbiamo trovato un accordo: 47.500 euro”. Chiaramente la vittima non può che essere diffidente e per questo chiede delle garanzie. “Gli ho chiesto una fotografia dell’assegno circolare”, ha spiegato ad Alessandro Di Sarno. Ma solo a quel punto l’acquirente si gioca la sua carta e tira in ballo la famosa mozzarella da due chili.

Pubblicità

AUTO IN CAMBIO DI UNA MOZZARELLA: LA TRUFFA DI CIRO GALLO

Cosa c’entra la mozzarella con la truffa a scapito di Enrico legata ad una Bmw? “Mi ha detto che aveva una latteria e mi ha chiesto se poteva portarmi un suo prodotto top. Mi ha fatto preparare una mozzarella di bufala da due chili”, ha raccontato la vittima a Le Iene. Nonostante tutte le raccomandazioni del caso, Enrico continua a sentire che c’è qualcosa che non va, quindi anche lui pensa ad un espediente. “Ho lasciato attaccato il Gps in auto, clicco per localizzarla e vedo che era finita in Bulgaria. In Bulgaria? Così ho capito che era una truffa”, ha spiegato mentre è in auto con la iena verso il paese straniero alla ricerca della sua auto e di tal Ciro Gallo. La buona notizia è dietro l’angolo: la vettura viene finalmente ritrovata ed Enrico, giunto di fronte alla sua auto, scoppia in un pianto liberatorio. Ma c’è ancora un ostacolo da superare: la cancellata. Scopriremo solo questa sera se i due riusciranno a recuperarla e ad intercettare anche il truffatore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità