BACIO DELLA MORTE A UN NEONATO/ Bimbo quasi ucciso dall’herpes di un parente che…

- Dario D'Angelo

Il bacio di un parente con herpes mette a repentaglio la vita di un neonato di sole 4 settimane il giorno del suo battesimo: ecco com’è andata

neonato herpes 2019 facebook
Neonato rischia di morire per bacio parente con herpes (foto da Facebook)

Il bacio affettuoso di un parente a mettere a rischio la vita di un neonato di 4 settimane: tutto per colpa di un herpes considerato innocuo dall’adulto e che invece ha rischiato di rivelarsi letale. E’ questa la storia di Noah, bimbo inglese che oggi ha 9 mesi e gode di buona salute ma che per poco non ha pagato con la vita un bacio ricevuto il giorno del suo battesimo. A raccontare tutto è stata la mamma, Ashleigh White di Barnsley, nel South Yorkshire, che ha scelto di rendere pubblica l’esperienza del figlio con l’herpes simplex di tipo 1 al fine di sensibilizzare tutti gli altri genitori sui rischi di questa infezione. La mamma ha raccontato che cinque giorni dopo il battesimo ha notato sull’occhio sinistro di Noah un gonfiore: poi sono subentrate le vesciche. Dalle visite mediche è emerso che il bambino aveva contratto l’Herpes simplex virus 1 (HSV-1).

NEONATO RISCHIA DI MORIRE PER BACIO DI PARENTE CON HERPES

Una diagnosi, quella effettuata sul piccolo Noah, che ha subito portato i medici a sottoporre il bimbo ad una delicata operazione chirurgica. Successivamente il neonato è rimasto ricoverato in ospedale per due mesi e mezzo. La mamma, che ha ripercorso tutto il calvario su Facebook, ha scritto:”Voglio solo rendere la gente consapevole dei rischi che possono provocare baciando un bambino, soprattutto un neonato. So quanto è straziante vedere il proprio figlio stare male e vorrei che non succedesse ad altre famiglie. Nessuno aveva visto le foto di Noah durante quel periodo terribile, ma poi ho capito che pubblicarle avrebbe aiutato a comprendere l’importanza di non baciare un neonato”. Come detto, oggi Noah sta bene, ma non tutti i bambini hanno avuto la sua fortuna: spesso il virus herpex si diffonde fino al cervello e non lascia scampo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA