Badu, uccisa la sorella in Ghana/ Verona, tragedia per il centrale: colpevole in fuga

- Michela Colombo

Uccisa in Ghana la sorella di Emmanuel, giocatore dell'Hellas Verona: il colpevole è al momento in fuga ma braccato dalle autorità locali.

badu verona lapresse 2020 640x300 Emmanuel Badu, uccisa la sorella in Ghana (LaPresse)

Tragedia in casa dell’Hellas Verona per Emmanuel Badu, la cui sorella Hagar, è stata uccisa nelle scorse ore a Berekum, città di origine dello stesso centrale ora in maglia gialloblu. Una notizia drammatica dunque che ci arriva dai media africani, che hanno subito diffuso il triste annuncio, informandoci nel contempo  che le autorità del Ghana sarebbero già al lavoro per catturare il colpevole. Pare infatti che alla donna avrebbe sparato (ancora per ignoti motivi) un uomo già noto alle autorità locali e per la precisione Kwabena Yeboha, il quale sarebbe al momento in fuga, inseguito a stretta misura dalla polizia nazionale. Una terribile vicenda dunque di cui ancora mancano parecchi dettagli, che però potrebbe venir svelati già nelle prossime ore.

BADU, UCCISA LA SORELLA: IL CENTRALE TORNA A CASA?

Appresa la tragica notizia della morte di Hagar, sorella di Badu, il club veneto, di cui il centrocampista veste i colori solo da questa estate (con la formula del prestito dall’Udinese) ha subito espresso vicinanza allo stesso giocatore tramite un messaggio sui propri profili social. Su Twitter l’Hellas ha espresso: “i sensi del più profondo cordoglio e della più affettuosa vicinanza ad Emmanuel Badu per la scomparsa, in tragiche circostanze, della sorella”. Non sono mancati ovviamente i messaggi di cordoglio e affetto di tifosi e colleghi a cui non possiamo fare a meno di unirci. Segnaliamo comunque che a breve dovrebbero emergere nuovi dettagli sulla drammatica vicenda che ha colpito Emmanuel Badu e non è da escludere che nonostante le ultime misure stringenti imposte dal governo italiano per contenere l’emergenza coronavirus, il giocatore possa presto partire per il Ghana per poter stare vicino alla sua faglia in un così tragico frangente. Non sarà però facile almeno in tempi stretti: l’intera formazione di Juric è infatti in quarantena, dopo la riscontrata positività al Covid-19 di Mattia Zaccagni.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Calcio e altri Sport

Ultime notizie