Uccide figlia di 2 anni e tenta suicidio/ Choc a Cremona: “sconvolto da separazione”

- Dario D'Angelo

Cremona, 27enne uccide la figlia a coltellate e poi tenta di togliersi la vita: arrestato per omicidio volontario, l’ivoriano lotta tra la vita e la morte.

Omicidio Cologno al Serio
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Nuovi aggiornamenti sul dramma di via Massarotti a Cremona, dove le forze dell’ordine hanno rinvenuto il corpo senza vita di una bimba di due anni e, al suo fianco, il padre ferito con diverse coltellate. Emergono novità per quanto riguarda la dinamica dei fatti: Jacob Danho Kouao, operaio 27enne della Costa d’Avorio, ha prima ucciso la figlia a coltellate, per poi tentare di togliersi la vittima con almeno quattro fendenti, di cui uno al ventre. Un tentato omicidio-suicidio, con il padre della piccola che sta lottando tra la vita e la morte all’ospedale di Cremona. I carabinieri lo hanno arrestato per omicidio volontario e gli agenti stanno piantonando la sua stanza in ospedale. Secondo una prima ricostruzione, tutta da verificare, il 27enne era sconvolto per la separazione della moglie: la donna 34enne vive in una casa protetta in quanto il rapporto tra i due era burrascoso, anche se non risultano condanne o provvedimenti a carico dell’uomo. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

CHOC A CREMONA, BIMBA AMMAZZATA A COLTELLATE

Terribile delitto a Cremona, dove una bambina di 2 anni è stata uccisa a coltellate. La piccola, secondo quanto riferito dall’agenzia ANSA, al momento del ritrovamento da parte dei carabinieri è stata rinvenuta senza vita e con accanto il padre, che a sua volta riportava una ferita da arma da taglio. A dispetto di quanto si potrebbe credere, però, padre e figlia non sono stati vittime di un aggressore esterno: da quanto emerso finora, infatti, sembra che ad uccidere la bimba sia stato proprio il genitore. L’uomo, un cittadino ivoriano di 27 anni, secondo le prime ipotesi degli inquirenti, dopo aver ucciso a coltellate la figlioletta avrebbe a sua volta impugnato l’arma per togliersi la vita, evidentemente senza riuscire nel proprio intento. L’arrivo dei carabinieri ha fatto scattare i soccorsi.

BAMBINA DI 2 ANNI UCCISA A CREMONA

Purtroppo per la bambina di due anni trovata morta a Cremona non c’è stato niente da fare: all’arrivo dei carabinieri la piccola era già deceduta. Il padre, come riportato dall’ANSA, si trova adesso in ospedale, dov’è piantonato in attesa dei provvedimenti dell’autorità giudiziaria. Stando a quanto spiegato ai carabinieri di Cremona, pare che la madre e il padre della piccola non vivessero nella stessa abitazione: l’ipotesi, dunque, è che la bimba fosse stata affidata al 27enne genitore soltanto per qualche ora. Non è chiaro cosa sia scattato nella testa dell’ivoriano, preso in consegna dai militari e scortato nell’ospedale cittadino. Da quanto emerso, l’uomo dopo aver ucciso la figlia si sarebbe inferto una coltellata al ventre. Sono attesi aggiornamenti nelle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA