Barbara Alberti: “Scoprii un tradimento grazie a Lina Wertmüller”/ “Sesso? A 80 anni basta”

- Valentina Simonetti

Barbara Alberti racconta la sua vita sentimentale al Corriere della Sera, dopo una vita insieme al marito ora afferma: "Il sesso da vecchi? A 80 anni basta, lasciateci in pace"

barbara alberti 640x300 Barbara Alberti (La Confessione, 2021)

La scrittrice Barbara Alberti, in un’intervista al Corriere della Sera ha raccontato alcuni aspetti della sua vita sentimentale e di come ha vissuto l’amore con suo marito Amedeo Pagani. Una vita insieme anche se come ammette: “Ci siamo lasciati per dieci anni, poi siamo tornati insieme“, ma l’amore resiste, e secondo la sceneggiatrice è qualcosa che: “é solo per i coraggiosi, tutto il resto è coppia“. Dice di non sopportare le corna, ma rivela di aver tradito, e anche di aver scoperto di essere stata tradita da un suo ex, e questo grazie a Lina Wertmüller, perchè: “È andata che una sera lui mi dice che va a giocare a carte a casa di Lina Wertmüller, ma io chiamo Lina e di lui manco l’ombra.

L’ho messo gentilmente alla porta“. Sui suoi due figli racconta che: “Sono arrivati tutti e due nel periodo in cui prendevo la pillola, vatti a fidare degli anticoncezionali” ma afferma anche che come genitoriEravamo matti, giravamo il mondo, la prima è venuta sempre con noi, il secondo è stato più a casa tra bambinaie e camerieri, ma erano altri tempi“.

Barbara Alberti: “Incentivano l’eros dei vecchi per spingerci a consumare, ma a 80 anni lasciateci in pace”

Barbara Alberti ha parlato al Corriere della Sera del suo rapporto con il marito, dopo una vita insieme, dice che anche quando era al Grande Fratello e in quel momento stava pensando a divertirsi ha pensato a lui scrivendogli una lunga lettera, poco prima della partenza, perche ammette: “Avevamo litigato, così gli ho scritto e sono sparita. Quello di non ricevere una risposta è ormai un lusso, che nell’epoca delle spunte blu non possiamo più concederci“.

E sul sesso, la risposta è molto chiara, d’altronde Barbara Alberti aveva già espresso la sua opinione in merito, e infatti chiarisce: “Che senso ha spingere affinché si faccia sesso da vecchi? Lo fanno solo perché hanno capito che noi vecchi abbiamo i mezzi per consumare e allora incentivano l’eros. Lasciateci in pace“. E conclude: “Prima c’era il confessore che ti chiedeva: “Quante volte lo hai fatto?”. E dovevi dire la penitenza. Oggi c’è il sessuologo che ti chiede: “Quante volte non lo hai fatto?”. E se non sei nella norma, dice che sei malato“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie