Benedetta Parodi/ “L’incidente stradale uno spartiacque della mia vita” (Vieni da me)

Benedetta Parodi ospite oggi a Vieni da me da Caterina Balivo: la conduttrice di Bake Off Italia 2019 si è raccontata tra vita privata e carriera.

benedetta parodi
Benedetta Parodi a Vieni da me

Regina dei fornelli al timone di Bake Off Italia 2019, Benedetta Parodi oggi ospite a Vieni da me: la conduttrice si è raccontata ai microfoni di Caterina Balivo tra presente, passo e futuro. L’intervista, grazie al gioco de “La cassettiera”, parte dalla sua adolescenza: «Ero un po’ inquieta da ragazza. Mi piaceva vestirmi in maniera vistosa, ero esuberante, ma mi piaceva molto scrivere: scrivevo delle piccole piece teatrali. Avevo un professore meraviglioso e me le faceva mettere in scena, di cui una in latino». Poi Benedetta Parodi torna sull’incidente stradale in cui ha rischiato la vita: «Ero già un po’ più grande, ero già sposata con Fabio Caressa: ero con le amiche a Forte dei Marmi, andando in capannina ho avuto un incidente molto grave. Sono rimasta a letto un mese e mezzo, ma ho un ricordo positivo: mi ha dato molto forza. Ho capito di avere molta forza dentro di me, sono cresciuta ed ho trovato tanti amici: quell’incidente è stato un po’ uno spartiacque della mia vita».

BENEDETTA PARODI OSPITE A VIENI DA ME

La macchina da scrivere rappresenta l’avventura nella carta stampa di Benedetta Parodi, che spiega: «Io scrivevo quando facevo l’università, collaboravo con Il Giornale quando c’era ancora Montanelli, anche se purtroppo non l’ho mai incontrato. Ero una collaboratrice esterna». Un momento particolarmente rilevante della sua avventura a Studio Aperto su Italia 1 risale alla morte di Lady Diana: «Facevo una sostituzione estiva a Studio aperto e mi occupavo della cronaca rosa. Quella mattina arrivai in redazione e non c’era nessuno: uscì questa notizia dell’incidente, io che ero sempre alla fine del tg mi sono trovata in apertura. Per me è stata un’esperienza molto forte e gratificante, ho dovuto cambiare il mio modo di scrivere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA