BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 27 SETTEMBRE/ Dati Ministero Salute: 1766 casi 17 morti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus in Italia, dati Ministero della Salute del 27 settembre: + 1766 casi e 17 morti, ma 20mila tamponi in meno. Gli aggiornamenti sull’andamento dell’epidemia

bollettino coronavirus italia
Il premier Giuseppe Conte e il ministro della Salute, Roberto Speranza (LaPresse)

Sono poco meno di ieri i nuovi casi di coronavirus in Italia, ma a fronte di meno tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, cioè 87.714. Lo rivela il nuovo bollettino diffuso dal Ministero della Salute oggi, domenica 27 settembre 2020. Dunque, i contagiati oggi sono 1.766, mentre per quanto riguarda i decessi, nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 17 morti. Il numero dei guariti sale di 724 unità. Per quanto riguarda i ricoveri, ne sono stati registrati 100, mentre le terapie intensive vengono occupate da altri 7 pazienti. Quindi, il numero totale di casi accertati dall’inizio dell’epidemia sale a 309.870, i decessi a 35.835, i dimessi-guariti a 224.417. Di conseguenza, le persone attualmente positive al coronavirus in Italia sono 49.618, di cui 46.518 in isolamento domiciliare, 2.846 ricoverati con sintomi, 254 in terapia intensiva. L’unica regione che registra 0 casi è la Valle d’Aosta, quella più colpita è la Campania con 245 casi; 216 in Lombardia, 181 in Lazio, 159 in Veneto. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS IN ITALIA, OGGI NUOVO BOLLETTINO

Il bollettino coronavirus del Ministero della Salute sarà emesso come di consueto attorno alle ore 17:00 di questa sera, e ci permetterà di meglio comprendere come sta evolvendo la curva epidemiologica. Nelle scorse 24 ore i casi sono stati sostanzialmente in linea con quelli degli ultimi giorni, con 1869 nuovi casi scoperti (venerdì erano stati 1912), anche se però con meno tamponi effettuati (totale 104.387). Da quando è scoppiata l’emergenza, dallo scorso 21 febbraio, sono 308.104 le persone colpite da covid-19, mentre le vittime si sono portate a quota 35.818 a causa dei 17 morti comunicati ieri. Bene i guariti, ieri 977, mentre gli attualmente positivi sono 48.593, 875 in più rispetto alla giornata di venerdì. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali italiani, in aumento i ricoveri nei reparti ordinari (2.737, +8), così come quelli nelle terapie intensive, a ieri 247 (+3). Continua infine il boom delle persone in isolamento domiciliare, ben 45.600, per un surplus di 863.

BOLLETTINO CORONAVIRUS, LOPALCO SULLO STATO DI EMERGENZA

In attesa del bollettino coronavirus del Ministero della Salute, in Italia si discute della necessità o meno di prolungare lo stato di emergenza oltre il 15 ottobre, attuale data di scadenza, fino al 31 dicembre di quest’anno. Il governo sembrerebbe molto propenso, alla luce dei casi in aumento, ma soprattutto, della situazione di nazioni vicine come Francia e Spagna, dove il virus appare fuori controllo. Sposa la tesi dell’esecutivo il professore Pierluigi Lopalco, a capo della task force della regione Puglia contro l’epidemia, che ha spiegato: “Oggettivamente può suonare male che lo stato di emergenza duri tanto tempo – le sue parole rilasciate in data 26 settembre a Il Messaggero – però se questa possibilità ti dà degli strumenti amministrativi e legislativi per velocizzare la risposta ad una minaccia epidemica, lo si usa senza fare dei ragionamenti ideologici. Una pandemia si verifica una volta ogni cento anni – ha aggiunto – non c’è alcun rischio per la democrazia se per qualche mese il governo è messo nelle condizioni di decidere in fretta sulle urgenze da affrontare”. Di seguito il bollettino coronavirus del Ministero della Salute di ieri.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO DELLA SALUTE DEL 26 SETTEMBRE



© RIPRODUZIONE RISERVATA