CORONAVIRUS ITALIA, BOLLETTINO MIN. SALUTE 16 MAGGIO/ 102 morti, 13.668 casi, +6 t.i.

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 16 maggio 2022: dati Italia nelle ultime 24 ore. Quasi 14mila casi, 102 morti, rialzo dei ricoveri (+99)

coronavirus covid italia 11 lapresse1280 640x300
LaPresse

Resta molto basso il numero di tamponi Covid nelle ultime 24 ore, una consuetudine ormai nell’immediato post weekend, ma resta comunque in discesa il tasso di positività che conferma il calo del coronavirus in Italia ancora dopo metà maggio.

Il bollettino diffuso oggi 16 maggio dal Ministero della Salute mostra l’aumento di 13.668 contagiati rispetto alla giornata di ieri: si segnala poi nel report quotidiano anche 102 morti positivi al Covid-19 (165.346 il dato da inizio pandemia) e ben 29.424 guariti. Il tasso di positività scende fino al 13% a fronte di 104.793 tamponi processati tra domenica e lunedì. Infine varia la situazione per quanto riguarda gli ospedali: sono in tutto 7.631 i ricoverati in area medica, un aumento di 99 unità rispetto a ieri, mentre sono 353 le terapie intensive ancora occupate (+6 rispetto al bollettino di ieri). (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO COVID DI IERI

Ecco il primo bollettino coronavirus del ministero della salute della settimana, quello di oggi, lunedì 16 maggio 2022. Il consueto appuntamento del pomeriggio ci permetterà di scoprire come stanno evolvendo i casi di covid in Italia, quando ci avviamo lentamente verso l’estate, stagione della “ritirata” dei virus respiratori. Ad oggi non vi sono segnali d’allarme e quasi sicuramente il bollettino coronavirus del ministero della salute confermerà i dati di ieri, con i contagi rilevati che sono stati 27.162 a fronte di 194.577 tamponi fra antigenici rapidi e molecolari.

Resta alto il tasso di positività, ieri pari al 14 per cento, ma negli ospedali la situazione non desta alcuna preoccupazione visto che nelle terapie intensive dei vari nosocomi del Belpaese troviamo ad oggi 347 persone ricoverate, in crescita di 7 unità, e altre 7.532 in area medica, per una variazione di -118 allettati. Continua invece ad essere drammatico il numero delle vittime da covid, ieri altre 62 per un totale da inizio pandemia pari a 165.244 decessi. Infine, in merito alla situazione della regione Lombardia, i contagi segnalati nel bollettino di ieri sono stati 3.399.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 16 MAGGIO: IL COMMENTO DI LOCATELLI

Situazione covid che continua quindi ad essere relativamente tranquilla, ma quello che accadrà nei prossimi mesi nessuno può dirlo, così come fatto chiaramente capire dal professor Franco Locatelli, numero uno del Consiglio Superiore di Sanità, intervistato ieri dai microfoni del Corriere della Sera: «Oggi non si prevede un aumento significativo della gravità dell’infezione rispetto ai ceppi circolanti Omicron 1 e 2 (BA.1 e BA.2). Tuttavia, come nelle ondate precedenti, se il numero di casi aumenterà in modo sostanziale, è possibile che ne segua la crescita dei ricoveri».

In ogni caso, alla luce delle numerose varianti del covid in questi due anni, Locatelli sottolinea quanto sia fondamentale avere vaccini aggiornati entro il prossimo settembre: «Pochi dubbi, invece, sulla necessità di rendere disponibili vaccini in grado di dare protezione alle varianti più recenti come Omicron. Ci aspettiamo che siano approvati e disponibili in autunno».





© RIPRODUZIONE RISERVATA