CORONAVIRUS ITALIA, BOLLETTINO SALUTE 17 MAGGIO/ 148 morti, 44489 casi, -166 ricoveri

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 17 maggio 2022: i dati in Italia nelle ultime 24 ore. 148 morti, quasi 45mila contagi e ben 166 ricoveri in meno

Terapie intensive, Covid
Terapia intensiva Covid in Italia: Ospedale Maggiore di Bologna (LaPresse, 2022)

Nelle ultime 24 ore in Italia il bollettino del Ministero della Salute registra l’aumento di altri 44.489 casi di coronavirus, con ancora più guariti e con un bilancio sui ricoveri sempre più positivo.

Il report quotidiano di oggi 17 maggio segnala l’andamento ancora una volta in diminuzione del Covid-19 nel nostro Paese. Detto dei quasi 45mila contagi, a fronte di 335.217 tamponi-test rapidi processati, il tasso di positività resta così al 13,3% (+0,2%): si registrano poi 59.720 guariti-dimessi, mentre il dato delle vittime positive al coronavirus si ferma a 148 (165.494 i morti ufficiali da inizio pandemia). La situazione negli ospedali resta per fortuna incoraggiante: il bollettino del Ministero riporta di 967.401 persone attualmente positive al tampone, di cui però solo 7.465 sono al momento ricoverati in area medica (-166 rispetto al bollettino di ieri). Sono invece 337 le terapie intensive occupate in Italia, 16 in meno rispetto al report di lunedì. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO CORONAVIRUS DI IERI

E’ tempo di visionare anche oggi, martedì 17 maggio 2022, il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute. In Italia la situazione covid continua ad essere sotto controllo, con i contagi che sono di fatto in stallo o in decrescita, e con gli ospedalizzati che alternano giornate di numerose dimissioni ad altri un po’ meno positive, ma comunque nulla di particolarmente allarmante. Un quadro confermato anche dal bollettino coronavirus del ministero della salute di ieri, quando i nuovi casi di covid emersi sono stati in totale 13.668 su 104.793 tamponi analizzati, sia antigenici rapidi quanto molecolari.

Il tasso di positività si conferma su valori alti, ieri pari al 13 per cento, e resta alto, purtroppo, anche il numero di decessi per il virus, ieri altre 102, per un totale di 165.346 persone che hanno perso la vita dall’inizio della pandemia. Negli ospedali, invece, si è registrato un calo in terapia intensiva, dove al momento troviamo 353 ricoverati (+9), mentre in area medica il dato relativo ai pazienti è cresciuto di 99 unità, portandosi a quota 7.631 allettati in totale. Infine in Lombardia sono stati conteggiati altri 1.440 positivi, così come emerso dal bollettino di ieri dedicato.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 17 MAGGIO: MASCHERINE SUI VOLI ANCORA IN VIGORE

E a partire da ieri è caduto un altro obbligo in merito alle misure di restrizione anti covid, ovvero, quello della mascherina in aero. Sui voli internazionali non è più obbligatoria, ma per quanto riguarda l’Italia, si è deciso di mantenere l’ordinanza in vigore fino alla metà del prossimo mese di giugno: “Nel rispetto della regolamentazione Enac (Ente nazionale dell’aviazione civile) – scrive a riguardo il sito di Skytg24 – ai passeggeri in partenza dall’aeroporto di Fiumicino con voli Lufthansa, Air France, Swiss e Austrian Airlines, Singapore Airlines e di altre compagnie, viene chiesto di continuare ad indossare il dispositivo di protezione di naso e bocca, del tipo FFP2, quando si sale a bordo dell’aereo”.

Alla fine dell’obbligo si sono opposti nelle ultime settimane numerosi addetti ai lavori, sottolineando la pericolosità di un ambiente chiuso come appunto un aereo, dove il rischio di contagio è altissimo tenendo conto dell’alta concentrazione di persone in poco spazio. Il provvedimento appare in linea con le ultime misure prese dal governo, in particolare per quanto riguarda l’obbligo di indossare le mascherine al chiuso durante gli eventi al chiuso.





© RIPRODUZIONE RISERVATA