BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 21 OTTOBRE/ Salute: 36 morti, 3.794 casi, -25 ricoveri

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 21 ottobre 2021: dati Covid Italia, 36 morti, 3.794 nuovi casi, calo ricoveri (-25), più di 500mila tamponi

Terapie intensive covid
Roma, terapia intensiva Covid ospedale San Filippo Neri (LaPresse, 2021)

Cala ancora la pressione ospedaliera di malati da coronavirus, così come diminuiscono gradualmente anche i dati su vittime e nuovi casi: l’ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute per il 21 ottobre registra nelle ultime 24 ore 36 morti positivi al Covid-19 (131.724 da inizio pandemia), 3.794 nuovi contagi e 3.673 nuovi guariti-dimessi.

Il tasso di positività scende allo 0,7% (-0,1%) dopo il processo di 574.671 tamponi-test rapidi: al momento gli italiani positivi al coronavirus restano 73.850 (+82 rispetto a ieri), con 70.955 in isolamento domiciliare (+106). Fronte ospedali, i ricoveri in reparti ordinari Covid in Italia sono 2439 (-25 rispetto a ieri) con 356 posti occupati in terapia intensiva (+1). Veneto (+446), Lazio (431), Lombardia (383), Campania (355) sono le regioni in Italia dove si registra l’aumento massimo di contagi nelle ultime 24 ore. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Sta per arrivare anche il bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, giovedì 21 ottobre 2021. Quando siamo esattamente a metà di questa nuova settimana, scopriamo assieme tutti gli ultimi aggiornamenti in merito ai nuovi contagiati, quindi i ricoverati negli ospedali, i decessi e tutti gli altri indicatori che ormai da due anni a questa parte conosciamo. Il nuovo bollettino verrà emanato dopo le 17:00 di questa sera, nell’attesa, andiamo a rivedere brevemente il report di ieri, dove i nuovi casi di positività sono stati in totale 3.702 a fronte di 485.613 tamponi analizzati, compresi antigenici e molecolari.

Il tasso di positività è stato pari allo 0.8%, dato in crescita ma sempre ottimo, mentre le vittime continuano a purtroppo ad essere lontane dallo zero, in totale 33 nelle scorse 24 ore, per un computo aggiornato da febbraio 2020 pari a 131.688 decessi per covid. Infine la situazione negli ospedali, dove al momento vi sono 355 ricoverati in terapia intensiva, dato stabile rispetto a ieri, con altri 2.464 pazienti allettati invece in area medica (più 41 rispetto a 48 ore fa). La Lombardia ha invece comunicato 457 nuovi contagiati (qui il report di ieri della regione).

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 21 OTTOBRE: DRAGHI SUI VACCINI

Intanto ieri mattina ha parlato dinanzi al Parlamento il presidente del consiglio Mario Draghi, in vista del consiglio europeo che è scattato ufficialmente ieri. Draghi si è soffermato sulla pandemia ed in particolare sulla necessità di consegnare dosi massicce di vaccini ai paesi più poveri. Ecco le sue parole riportate da Skytg24.it: “Dobbiamo incrementare la fornitura di dosi ai Paesi più fragili, perché possano proteggere i loro cittadini e per impedire l’insorgenza e la diffusione di nuove e pericolose varianti”.

Quindi l’ex numero uno della Banca Centrale Europea ha aggiunto: “Solo il 2,8% di chi vive in un Paese a basso reddito ha ricevuto almeno una dose di vaccino, a fronte di quasi il 50% della popolazione mondiale – ha aggiunto – L’Italia ha recentemente triplicato le donazioni di vaccino, da 15 a 45 milioni di dosi, da distribuire principalmente attraverso il meccanismo COVAX”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA