BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 28 GENNAIO/ +378 morti, ricoveri in calo

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 28 gennaio 2022: ecco l’aggiornamento sulla pandemia in Italia. In ribasso la percentuale di positivi sui tamponi processati

americani scettici vaccino anticovid
(LaPresse)

Pochi istanti fa è stato reso noto il bollettino coronavirus del Ministero della Salute con gli aggiornamenti sulla pandemia relativi ad oggi, venerdì 28 gennaio 2022. Come reso noto dal dicastero guidato da Roberto Speranza, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 143.898 nuovi casi positivi su un totale di 1.01.288 tamponi processati. In lieve ribasso la percentuale di infettati sui test effettuati: dal 15% di ieri al 13,7% odierno.

Il bollettino coronavirus del Ministero della Salute segnala 378 nuovi decessi, in riduzione rispetto a giovedì, per un totale di 145.537 vittime di Covid-19 da inizio pandemia. In rialzo il numero di persone guarite o dimesse, +181.594, mentre scende di 37.625 unità il bilancio degli attuali positivi, ovvero dei soggetti che hanno il virus. Buone notizie per quanto riguarda i ricoverati: -15 pazienti in terapia intensiva (1.520) e -57 pazienti negli altri reparti Covid (19.796). (Aggiornamento di MB)

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE, GLI AGGIORNAMENTI DI IERI

Il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, venerdì 28 gennaio 2022. La comunicazione sarà data come sempre nel tardo pomeriggio odierno, ed essendo oggi il quinto giorno della settimana, scopriremo quali saranno le colorazioni per i sette giorni in arrivo. La situazione in Italia sembrerebbe essersi comunque stabilizzata o in discesa per quanto riguarda i contagi, ma gli ospedalizzati restano ancora molto alti di conseguenza c’è il rischio di un passaggio in arancione da lunedì per alcune zone della nostra penisola.

In attesa dei “verdetti” rileggiamo il bollettino di ieri che ha comunicato altri 155.697 contagiati su 1.039.756 tamponi anti covid, sia antigenici rapidi quanto molecolari. Ancora molto alto il numero dei morti, ieri altri 389, mentre negli ospedali troviamo al momento 1.645 pazienti ricoverati in terapia intensiva, in calo di 20 unità, e altri 19.853 invece in area medica, dato quest’ultimo decresciuto di 148 allettati. Il tasso di positività è stato ieri in linea con quello degli ultimi giorni, pari al 15 per cento, mentre in regione Lombardia i contagiati sono stati 25.098, così come si evince dal bollettino di ieri.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 28 GENNAIO: L’APPELLO DI FEDRIGA

E alla luce dei contagi in diminuzione e della situazione che tutto sommato risulta essere positiva nonostante migliaia di casa giornalieri, il governatore della regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni, è tornato ad appellarsi affinchè si possa tornare a vivere una vita “normale”, in convivenza con il covid.

Intervistato ieri dai microfoni del quotidiano La Stampa ha confessato: “Vorrei chiarire che la Conferenza non ha chiesto di allentare le misure di sicurezza (riferendosi al recente incontro fra Governo e Regioni ndr) – ma di ottimizzare le risorse che abbiamo per essere il più efficaci possibili cercando ovviamente di tenere insieme le esigenze dei cittadini che anelano a un percorso di normalizzazione”. Secondo Fedriga, chiedere una semplificazione delle regole non significa ignorare il virus: “E questo – precisa appunto il presidente del Friuli – non significa sottovalutare o non voler più affrontare la pandemia ma vuol dire non gravare con la burocrazia e tutelare maggiormente la salute”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA