BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 4 LUGLIO/ 36.282 casi e 59 morti: dati Ministero Salute

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia, i dati del Ministero della Salute di oggi 4 luglio 2022: 36.282 casi e 59 morti, il tasso di positività sale al 27,9%

Terapie intensive, Covid
Terapia intensiva Covid in Italia: Ospedale Maggiore di Bologna (LaPresse, 2022)

Sale fino al 27,9% il tasso di positività al Covid in Italia alla luce del nuovo bollettino diffuso dal Ministero della Salute. I dati di oggi, lunedì 4 luglio 2022, mostrano infatti 36.282 contagiati su 129.908 tamponi processati. Di conseguenza, si registra una crescita di mezzo punto percentuale del tasso di positività rispetto a ieri. Per quanto riguarda il totale dei casi certificati dall’inizio della pandemia, si arriva a quota 18.805.756. Sono 59 invece i morti registrati nelle ultime 24 ore, nel complesso dunque i deceduti salgono a quota 168.604. Per quanto riguarda, invece, i guariti se ne registrano 27.590, che portano il totale a 17.617.973.

Dunque, sono oltre un milione le persone attualmente positive al Covid, per la precisione 1.019.179. Di queste, 1.011.228 si trovano in isolamento domiciliare, mentre 7.648 sono ricoverate in aree mediche Covid (+145). Invece i malati in terapia intensiva sono 303 (+12), di cui 27 sono ingressi giornalieri. Passiamo infine alla ripartizione dei casi per regione: 4.837 in Campania, 4.777 nel Lazio, 4.070 in Emilia-Romagna, 3.649 in Puglia, 3.249 in Lombardia. (agg. di Silvana Palazzo)

ATTESO BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 4 LUGLIO

E’ giunto il momento di scoprire come è evoluto il virus del covid nelle ultime 24 ore in Italia, e per farlo ci affideremo come sempre al bollettino coronavirus del ministero della salute, aggiornato ovviamente ad oggi, lunedì 4 luglio 2022. Inizia una nuova settimana che si spera possa continuare a regalare ospedalizzazioni contenute anche se a fronte di migliaia di contagi, così come avvenuto negli ultimi tempi.

A riguardo il bollettino coronavirus del ministero della salute di ieri segnalava 71.947 contagiati a fronte di 262.557 test processati, sia molecolari quanto antigenici rapidi. Il tasso di positività ieri era del 27,4 per cento, mentre negli ospedali si è registrata una doppia variazione di +16 e +177 pazienti, rispettivamente in terapia intensiva e in area medica, per un totale aggiornato di 291 e 7.212 malati covid. I morti ieri sono stati altri 57 (computo aggiornato dal 20 febbraio 2020 pari a 168.545), mentre i contagi covid riguardanti la Lombardia, sono stati 8.542 come da bollettino dedicato.

CORONAVIRUS ITALIA: IL PUNTO DI SILVESTRO SCOTTI

E che la situazione covid stia iniziando a preoccupare in Italia, lo si capisce chiaramente dai numeri del bollettino coronavirus del ministero della salute appena analizzato. Dati che hanno indotto Silvestro Scotti, segretario generale della Federazione di categoria (Fimmg), a spiegare: “Un bollettino di luglio con quasi 85mila nuovi contagi – le sue parole riportate da Tag24 – costituisce una casistica imponente, che tradotto significa scovare fino a 50 casi per ciascun medico di famiglia. Le prime analisi ci dicono che il virus attacca le vie respiratorie superficiali, dunque non dovrebbe causare gravi danni nell’area dei polmoni. Tuttavia, potrebbero esserci delle complicanze differenti date dalla stagione estiva, come per esempio gli sbalzi termici dovuti all’impiego di aria condizionata”. E ancora: “Nel mio piccolo noto una tendenza al raddoppio quasi giornaliera, al momento ho 30 pazienti in isolamento senza necessità di ricovero e con scarsi sintomi gravi.







© RIPRODUZIONE RISERVATA