BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 8 SETTEMBRE/ 69 morti, 5923 nuovi casi, -72 ricoveri

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Ministero Salute 8 settembre 2021: 69 morti, 5.923 casi, -72 ricoveri in reparti ordinari

coronavirus covid italia 13 lapresse1280 640x300
Terapia intensiva (LaPresse)

Il bollettino epidemiologico comunicato come sempre dal Ministero della Salute con la Protezione Civile, registra nelle ultime 24 ore in Italia un aumento di “soli” 5.923 nuovi casi di coronavirus: una situazione ancora sotto controllo, nonostante i 69 morti siano sempre una pessima notizia in qualsiasi senso (129.707 da inizio pandemia).

I nuovi guariti-dimessi sono però 8.058, con il tasso di positività che risale al 2,0% (+0,5%) dopo gli ultimi 301.980 tamponi processati: sono in calo gli italiani attualmente positivi al test (-2.206), con numero totale che scende a 131.581. A livello di ospedalizzazioni, la crescita delle terapie intensive è di un solo ricovero in 24 ore (564 totali) mentre calano i ricoveri nei reparti ordinari Covid, 4.799 totali (-72). Il contagio regionale tra martedì e mercoledì vede ancora la Sicilia con 877 contagi e l’aumento maggiore in una giornata: seguono Veneto con 705, Lombardia 655, Campania 634, Lazio 372, Emilia Romagna 337, Toscana 408. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Oggi, mercoledì 8 settembre 2021, verrà comunicato il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute. Appuntamento a dopo le ore 17:30 circa, quando il nuovo report con tutti gli ultimi aggiornamenti sarà reso pubblico. La curva sta lentamente cedendo in Italia, così come è stato confermato dal bollettino di ieri, quando i contagi emersi sono stati 4.720 su 318.865 tamponi processati, per un indice di positività in calo di esattamente un punto, passato dal 2.5 all’1.5%.

Stando ai dati settimanali la curva è scesa del 10% negli ultimi 7 giorni, e anche gli ospedali stanno reggendo bene questa nuova “ondina”, con sette ricoverati in meno in terapia intensiva, mentre i ricoveri ordinari sono cresciuti di 5 unità, portandosi a quota 4.307. Purtroppo risale il numero dei morti, ieri 71 contro i 52 di 48 ore fa, per un totale di ben 129.638 decessi causati dal covid dal febbraio del 2020. Infine, a livello regionale, segnaliamo i 510 casi della Lombardia (qui il report completo), ma Sicilia e Veneto hanno fatto peggio.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 8 SETTEMBRE, LE ULTIME DI BASSETTI

Intanto nelle scorse ore è uscito nuovamente allo scoperto il professor Matteo Bassetti, primario di malattie infettive della clinica San Martino di Genova, che attraverso i propri social ha commentato una notizia calcistica, la decisione dell’Uefa di eliminare il tampone dai calciatori già vaccinati: “La Uefa ha deciso: se sei vaccinato non devi più farti il tampone per giocare una partita di calcio! Era ora! Lo dico da 6 mesi. Speriamo che anche da noi e in altri settori si eviti di fare il tampone a chi non serve”.

Nel corso dell’Esecutivo di ieri a Nyon l’Uefa ha stabilito che qui giocatori che hanno completato il ciclo vaccinale non dovranno sottoporsi al test anti covid prima delle competizioni della Federazione, anche se rimarrà responsabilità a livello sportivo ed economico delle singole società, verificare prima del viaggio in un altro paese “che i propri tesserati rispettino i requisiti imposti dai singoli Stati interessati per l’ingresso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA