Bollettino vaccini covid oggi 25 novembre/ 87% italiani con almeno una dose

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino vaccini covid oggi 25 novembre 2021: il consueto aggiornamento della campagna vaccinale in Italia, ecco tutti i dati odierni

Vaccini ai bambini
Tamponi ai minori (LaPresse)

Continuano spedite le inoculazioni di vaccini anti covid in Italia, così come viene confermato dal bollettino di oggi, giovedì 25 novembre 2021. Il governo sta premendo affinchè vengano somministrate il prima possibile le terze dosi, e ad oggi, dati di stamane certificati dal ministero della salute e dell’istituto superiore di sanità, il totale di richiami è salito a quota 5 milioni, con l’aggiunta di 808mila circa addizionali.

Il totale delle dosi somministrate dallo scorso 27 dicembre è invece cresciuto rispetto al bollettino di ieri di circa 400mila unità, portandosi a quota 94.3 milioni, mentre, per quanto riguarda le persone immunizzate, coloro che hanno già completato il ciclo vaccinale con la doppia dose o il monodose di Johnson & Johnson, il dato di oggi segna quota 45.5 milioni, esattamente l’84.3 per cento della popolazione vaccinabile over 12. Gli italiani che hanno ricevuto almeno una dose sono invece 47 milioni, l’87 per cento del totale, mentre le dosi giunte nel nostro Paese sono arrivate a quota 101 milioni.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 25 NOVEMBRE 2021: L’APPELLO DI HELMUT SARTORI

La somministrazione dei vaccini continua quindi a progredire di giorno in giorno, ma sono molti gli appelli a fare di più, a cominciare dall’Alto Adige, una delle zone dove il tasso di contagio è maggiormente aumentato negli ultimi giorni. A riguardo, Helmut Sartori, presidente dell’Associazione Esercenti Funiviari dell’Alto Adige, in vista della nuova stagione sciistica (che dovrebbe prevedere comunque gli impianti sempre aperti), ha spiegato: “Il successo della stagione invernale e quindi i numerosi posti di lavoro ad essa associati – sono in totale circa 2.200 e il valore aggiunto creato è pari a circa 2,6 miliardi di euro – dipende da ciascuno di noi. In qualità di datori di lavoro – le parole riportate dall’edizione online di Skytg24 – è nostro dovere verificare il rispetto delle norme applicabili da parte sia dei dipendenti che degli ospiti. Per superare al meglio l’inverno, dobbiamo tutti utilizzare l’ampia gamma di opzioni per la vaccinazione, che si tratti di ricevere la prima, la seconda o la dose di richiamo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA