Bollettino vaccini covid oggi 27 maggio/ Quarte dosi a quota 635mila inoculazioni

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino vaccini covid oggi 27 maggio 2022: i nuovi numeri relativi alla campagna di vaccinazione di massa. Le quarte dosi a quota ***

Vaccino bambini
Vaccini ai bimbi 5-11 anni in Fiera Milano (LaPresse, 2021)

Il nuovo bollettino vaccini anti covid di oggi, venerdì 27 maggio 2022, è stato aggiornato poco fa dal Ministero della salute. Attraverso il proprio sito il decastero preposto ha mostrato tutti gli ultimi dati relativi alla campagna di vaccinazione di massa, certificati dall’Iss, l’istituto superiore di sanità. Nelle ultime 24 ore le dosi totali somministrate sono aumentate di circa 50mila (lo si può verificare dal bollettino vaccini covid di ieri), portandosi ad un computo aggiornato di 137.6 milioni di somministrazioni. Inoculazioni che ancora una volta si confermano a rilento, come si può evincere anche dal dato relativo alle quarte dosi, ad oggi a quota 635.805.

Ferme, come sempre, anche le terze dosi, un totale di 39.5 milioni di somministrazioni, pari all’82.9 per cento del totale dei vaccinabili, e praticamente immobili anche i numeri riguardanti gli italiani immunizzati e coloro che hanno ricevuto la prima dose, rispettivamente a quota 48.6 e 49.3 milioni. Infine, in merito alla fascia 5-11 anni, i dati raccontano di 1.2 milioni di immunizzati e altri 1.3 milioni con la prima dose.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 27 MAGGIO: IL REPORT DELLA FONDAZIONE GIMBE

E che i dati riguardanti la campagna vaccinale di massa anti covid siano praticamente fermi, lo si capisce anche dai numeri certificati nella giornata di ieri dalla Fondazione Gimbe, nel classico report settimanale sul covid. A riguardo viene segnalato che le persone scoperte con la terza dose hanno superato quota 4 milioni, mentre per la quarta dose la copertura è del 30.5 per cento per gli immunicompromessi, quindi circa uno su tre, che scende al 14 per cento per i soggetti fragili.

Stando a quanto segnalato dal think tank milanese di Nino Cartabellotta, sarebbero 4.06 milioni le persone che potrebbero ricevere fin da subito la terza dose, esattamente l’8.5 per cento della platea. Presenti delle nette differenze regionali, e nel dettaglio si va dal 4.8 per cento dell’Abruzzo fino al 12.6 per cento della Sicilia. Infine vi sono 4.1 milioni di persone che devono ancora ricevere la terza dose ma che hanno fatto il covid da meno di 120 giorni.







© RIPRODUZIONE RISERVATA