Bonus mobili ed elettrodomestici/ Perché il 31 dicembre è l’ultima chiamata

- Maria Melania Barone

Bonus mobili ed elettrodomestici, cosa accadrà dopo il 31 dicembre 2022, quando cioè scadranno tutti i bonus edilizi e il bonus mobili? Ecco come ottenere sconti anche nel 2023.

villa eduardo de filippo 2019 immobiliare 640x300
Villa di Eduardo De Filippo in vendita, foto Immobiliare.it

La crisi economica da un taglio definitivo anche al famoso bonus mobili che, insieme a tutti gli altri bonus edilizi ha animato la stagione del welfare che è seguita alla pandemia e poi al conflitto internazionale dovuto alla guerra in Ucraina. L’ultima possibilità per richiedere il bonus mobili, e sulla base di questo bisognerà fare i conti con il proprio budget, sarà il 31 dicembre 2022. Infatti fino a quella data sarà possibile richiedere i 5000 euro utili per poter arredare casa.

Bonus mobili ed elettrodomestici: fino al 31 dicembre è possibile ottenere €5.000

Tuttavia la sparizione del bonus mobili non sarà totale a partire dal 2023, ma le quote verranno dimezzate fino al 2024, data di ultima chiamata per poi approdare la scadenza di tutti questi benefici. Infatti dal 2023 al 2024 sarà possibile richiedere soltanto 2500€ per unità immobiliare. Invece dal 2020 al 2022 è stato possibile richiedere €5000 fino a due volte e quindi massimo 10.000 euro. Le cifre indicate hanno garantito un rimborso al 50% consentendo quindi di effettuare gli acquisti agevolabili fino alla data di scadenza del 31 dicembre 2022.

Bonus mobili ed elettrodomestici: davvero nessuna proroga nel 2023?

Dal momento che il bonus mobili che garantiva la detrazione del 50% per arredare nuovamente casa, era molto piaciuto agli italiani, nella prima bozza del decreto aiuti bis fu inserito un emendamento per poter garantire agli italiani il bonus mobili anche attraverso lo sconto in fattura oppure la cessione del credito, Ma poi questo emendamento fu espunto perché si scelse di utilizzare il superbonus 110%, e il bonus facciate in modalità riadattata attraverso le proroghe normate dagli ultimi decreti.

In realtà non è ancora detta l’ultima parola, perché dopo le elezioni politiche 2022 che si terranno il 25 settembre prossimo, bisognerà approdare ai nuovi disegni che porteranno alla legge di bilancio 2022 e soltanto in quel momento sarà possibile comprendere se ci saranno stravolgimenti oppure delle proroghe anche per il bonus mobili e il bonus elettrodomestici.

Nel panorama del bonus casa e delle agevolazioni delle ristrutturazioni comunque attualmente si sta tentando di rimodulare queste misure di welfare anche sulla base delle disposizioni di Bruxelles che hanno stabilito che a partire dal 31 giugno 2022 gradualmente sarebbero state ridotte tutte le misure di welfare messe in campo dal Piano Nazionale Resistenza e Resilienza (PNRR) oltre che dalle leggi di bilancio dei singoli stati europei. Per questo motivo bisogna aspettarsi che questo programma sarà perseguito anche dal prossimo governo e che quindi sia il bonus mobili ed elettrodomestici che tutti gli altri bonus edilizi vengono gradualmente ridotti a partire dal 2023 fino al 2024.







© RIPRODUZIONE RISERVATA