BORIS JOHNSON POSITIVO AL CORONAVIRUS/ Contagiato ministro Hancock “febbre non alta”

- Silvana Palazzo

Boris Johnson positivo al Coronavirus: il primo ministro inglese è infetto da covid 19. Contagiato anche il ministro della Sanità britannico

borisjohnson 10 lapresse1280
Il neopremier Boris Johnson parla alla Camera dei Comuni durante la prima seduta del nuovo Parlamento, il 17 dicembre (LaPresse)
Pubblicità

Il coronavirus dilaga sempre di più nel governo britannico. Dopo aver colpito il Primo Ministro Boris Johnson ha successivamente interessato anche ministro della Sanità, Matt Hancock, che ha confermato in prima persona di essere a sua volta risultato positivo al Covid19. Secondo quanto trapelato, il sentore di un contagio più ampio era possibile ma non ci si aspettava che colpisse anche i vertici del governo. Ora in tanti si domandano quanti altri membri del governo britannico o autorità locali e giornalisti che sono andati alle varie conferenze stampa sono rimasti contagiati? Rispetto a Johnson e Hancock si apprende che entrambi avrebbero febbre non alta e si sono messi in auto-isolamento almeno per una settimana. Paura adesso per la quasi 94enne Regina Elisabetta la quale sarebbe in buona salute ma c’è timore perchè la consapevolezza che si tratti di una terribile epidemia è ormai molto alta. La maggiore paura è però per la tenuta del sistema sanitario. “Rischiamo lo tsunami di ricoveri soprattutto a Londra”, hanno ammesso le autorità sanitarie. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

“REGINA NON LO VEDE DALL’11 MARZO”

La notizia di oggi è senza dubbio la positività al coronavirus di Boris Johnson, primo ministro inglese. Poco fa Buckingham Palace ha emesso una nota commentando appunto il caso di infezione del premier d’oltre Manica, sottolineando che la regina Elisabetta (compirà il mese prossimo ben 94 anni), non vede il primo ministro di persona dall’undici marzo. Di conseguenza, tenendo conto che oggi è il 27, dall’undici sono passate più di due settimane, il tempo indicato per la quarantena passato il quale il virus non contagia più. Una notizia che tra l’altro la Corte aveva diffuso già immediatamente dopo l’indiscrezione che il principe Carlo fosse positivo al covid-19. Questi si trova attualmente in auto-isolamente nella residenza di Balmoral, in Scozia, presentando dei sintovi ritenuti “lievi”. La regina è invece in compagnia del marito, il principe Filippo, presso il castello di Windsor e attualmente è negativa, così come il suo consorte, nonostante fake news volessero il contrario. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Pubblicità

BORIS JOHNSON POSITIVO AL CORONAVIRUS: “LIEVI SINTOMI”

Boris Johnson positivo al Coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso premier britannico attraverso un video pubblicato sul suo profilo Twitter. «Nelle ultime 24 ore, ho sviluppato dei lievi sintomi e sono stato testato positivo al coronavirus», ha twittato Johnson. Per questo si è messo in auto-isolamento, ma nonostante sia affetto dal Covid-19 continuerà a lavorare al servizio del suo Paese. «Continuerò a guidare la risposta del governo via video conferenza per combattere questo virus. Insieme sconfiggeremo tutto questo», ha dichiarato infatti Boris Johnson. Non è chiaro come sia avvenuto il contagio, ma Downing Street ha spiegato che il premier britannico si è sottoposto al test su consiglio del professor Chris Whitty, capo dell’ufficio medico, visto che aveva mostrato lievi sintomi ieri. «Il test è stato eseguito dal personale dell’NHS e il risultato è positivo». Downing Street ha confermato che, in linea con le indicazioni, il primo ministro è in quarantena, ma sta continuando a gestire l’emergenza.

CORONAVIRUS, BORIS JOHNSON POSITIVO: SILENZIO SU COMPAGNA INCINTA

Boris Johnson è stato visto per l’ultima volta in pubblico ieri sera, quando insieme al Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak ha preso parte all’applauso nazionale per i lavoratori del NHS che stanno combattendo contro la pandemia di Coronavirus. Stando a quanto riportato da Sky News, qualche giorno fa il portavoce di Boris Johnson aveva annunciato che il ministro degli Esteri Dominic Raab si sarebbe fatto avanti in caso di malessere del primo ministro, il quale avrebbe delegato a lui alcuni compiti non meglio precisati. Ma se anche Raab risultasse malato, il primo ministro potrebbe scegliere di affidare tale delega ad un altro ministro. Al momento, dunque, non sono chiari gli sviluppi da questo punto di vista. Come non sono note al momento le condizioni della compagna di Boris Johnson, Carrie Symonds, che è incinta. Seguiranno dunque aggiornamenti per capire l’evoluzione della situazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità