BORSA ITALIANA OGGI/ Chiusura a -0,84%, Diasorin a +3,69% (29 maggio 2020)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari chiude in rosso. Sul listino principale bene Diasorin e Nexi. Male invece Eni e Cnh Industrial. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Milano Piazza Affari Consob
Piazza Affari, la Borsa di Milano (LaPresse)

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in calo dello 0,84% e sul listino principale troviamo in rialzo Amplifon (+1,38%), Diasorin (+3,69%), Enel (+1,6%), Ferrari (+0,07%), Hera (+0,76%), Nexi (+2,64%), Poste Italiane (+0,18%), Terna (+1,4%) e Unicredit (+0,01%). I ribassi più ampi sono quelli di Atlantia (-2,05%), Azimut (-1,46%), Banca Mediolanum (-1,16%), Banco Bpm (-1,16%), Bper (-3,51%), Campari (-1,35%), Cnh Industrial (-5,81%), Eni (-4,35%), Exor (-1,76%), Fca (-3,73%), Ferragamo (-3,62%), Fineco (-0,85%), Generali (-2,27%), Italgas (-0,97%), Leonardo (-3,95%), Mediobanca (-1,45%), Moncler (-4,07%), Pirelli (-2,54%), Recordati (-2,06%), Saipem (-3,83%), Telecom Italia (-0,95%), Tenaris (-4,18%) e Unipol (-3,07%). Il cambio euro/dollaro resta sopra quota 1,11, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 196 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 14:45

La Borsa italiana scende dello 0,1% e sul listino principale troviamo in rialzo Diasorin (+4,8%), Enel (+2,3%), Ferrari (+0,8%), Intesa Sanpaolo (+0,6%), Nexi (+1,6%), Poste Italiane (+0,4%), Snam (+0,4%), Terna (+1,2%), Ubi Banca (+0,8%) e Unicredit (+0,5%). Banco Bpm, invece, si trova in parità. I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-0,7%), Atlantia (-1,3%), Azimut (-1,4%), Banca Mediolanum (-1,9%), Bper (-1,9%), Campari (-2,1%), Cnh Industrial (-3,2%), Eni (-2,9%), Exor (-0,8%), Fca (-3,1%), Ferragamo (-3,3%), Fineco (-0,9%), Generali (-1,2%), Italgas (-1,3%), Leonardo (-2,5%), Mediobanca (-0,8%), Moncler (-2,7%), Pirelli (-3%), Prysmian (-0,6%), Recordati (-0,6%), Saipem (-2,7%), Stm (-1,2%), Tenaris (-2,1%) e Unipol (-2,3%). Il cambio euro/dollaro supera quota 1,11, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 192 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:30

La Borsa italiana cede lo 0,6% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Bper (+0,7%), Diasorin (+0,7%), Enel (+1,5%) e Terna (+1%). Banco Bpm, invece, si trova in parità. I ribassi più ampi sono quelli di A2A (-1,1%), Amplifon (-1,3%), Atlantia (-1,2%), Azimut (-2%), Banca Generali (-1,1%), Banca Mediolanum (-2%), Buzzi (-1,1%), Campari (-0,7%), Cnh Industrial (-3,4%), Eni (-2,3%), Exor (-2,1%), Fca (-2,8%), Ferragamo (-4,4%), Fineco (-1,1%), Generali (-1,6%), Italgas (-1,5%), Leonardo (-2,2%), Mediobanca (-1,5%), Moncler (-2,9%), Pirelli (-4,4%), Poste Italiane (-0,8%), Prysmian (-1,2%), Saipem (-2,9%), Stm (-1,5%), Tenaris (-2,2%) e Unipol (-2,2%). Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,095, mentre lo spread tra Btp e Bund sale sopra i 191 punti base.

PIAZZA AFFARI CHIUDE IL MESE CON MOLTI DATI

Non mancano dati macroeconomici interessanti in diffusione nella giornata di oggi. Alle 8:00 sapremo l’ammontare delle vendite al dettaglio nel mese di aprile in Germania e in Gran Bretagna. Alle 8:45 sarà la volta del Pil del primo trimestre in Francia, insieme alle spese per consumi di aprile e all’inflazione di maggio. Alle 10:00 toccherà al Pil del primo trimestre in Italia. Alle 10:30 è sono in programma le Considerazioni finali di Ignazio Visco nella presentazione della relazione annuale della Banca d’Italia. Alle 11:00 sapremo l’inflazione di maggio in Italia e a livello europeo. Alle 14:30 dagli Usa arriveranno i dati sulla spese per consumi e i redditi delle famiglie relativi al mese di aprile, insieme al saldo della bilancia commerciale nello stesso mese. Alle 15:45 verrà comunicato il dato finale sull’Indice PMI di Chicago di maggio, mentre alle 16:00 toccherà all’Indice di fiducia delle famiglie elaborato dall’Università del Michigan. In giornata è in programma l’emissione di titoli di stato italiani con scadenza fino a dieci anni. Attese anche le assemblee degli azionisti di Atlantia, Acea, Class Editori e Leone Film Group.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in rialzo del 2,46% a 18.351 punti. Sul listino principale si è messa in luce Ferragamo con un +16,3%. Superiori ai quattro punti percentuali anche i rialzi di Amplifon (+5,5%), Campari (+6,5%), Diasorin (+4,9%), Fineco (+5,8%), Moncler (+5,9%), Pirelli (+7,6%), Saipem (+5%) e Terna (+4,3%). Chiusura in rosso solamente per Atlantia con un -1,2%. Lo spread tra Btp e Bund è sceso a 188 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA