Borse di studio INPS/ In cosa consiste il programma premio e come inviare la domanda (14 agosto 2023)

- Maria Melania Barone

Borse di studio INPS, il programma che aiuta a premiare gli studenti meritevoli e figli di dipendenti pubblici e della pubblica amministrazione: ecco inviare la domanda

mortalità covid pensioni Inps (Lapresse)

Anche quest’anno l’Inps ha messo a disposizione dei fondi per premiare attraverso borse di studio gli studenti meritevoli e appartenenti a nuclei famigliari con basso reddito: possono ambire alle borse di studio INPS sia gli studenti delle scuole medie inferiori, che quelli delle scuole medie superiori e gli studenti universitari. Vediamo insieme i requisiti fondamentali per poterle ottenere.

Borse di studio INPS: in cosa consiste e a chi è rivolta

Le borse di studio messe a disposizione dall’INPS sono volte a sostenere i soggiorni studio all’estero, utili per l’apprendimento di una lingua straniera o altri corsi di formazione. I bandi sono aperti a studenti di scuole di primo e secondo grado, istituti tecnici e università.

Attualmente non è ancora stato pubblicato il bando 2022/2023, ma è questione di pochissimi giorni. E’ ragionevole pensare però che il bando sia aperto a tutti i figli di dipendenti o ex dipendenti della pubblica amministrazione.

Borse di studio INPS: il bando “Supermedia”

L’INPS solitamente ogni anno pubblica un bando denominato “SUPERMEDIA” che, come indicato dal nome stesso, si rivolge agli studenti di scuole di primo e secondo grado, quindi le scuole medie inferiori e superiori. Il bando è solitamente reso pubblico nel mese di settembre di ogni anno ed è dedicato ai figli orfani ed equiparati:

  • degli iscritti (dipendenti o pensionati) alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali;
  • dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici.
  • degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale;
  • dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane Spa e dipendenti ex Ipost.

La borsa di studio terrà conto dei risultati conseguiti nell’anno scolastico 2022-2023 per chi ha frequentato:

  • l’ultimo anno di scuola secondaria di primo grado;
  • qualsiasi classe della scuola secondaria di secondo grado.

Gli importi e metodo di calcolo in graduatoria

L’importo andrà quindi da 750 euro per le classi di terza media, agli 800 euro per tutte le classi di scuola superiore, fino a 1.300 euro per l’ultimo anno delle superiori, attribuiti in base all’Isee 2023, secondo quanto riportato nella seguente tabella:

  • Fino a 8.000 euro 2 punti 20 punti
  • Tra gli 8.000,01 e i 16.000 euro 1,8 punti 18 punti
  • Da 16.000,01 a 24.000,00 euro 1,6 punti 16 punti
  • Da 24.000,01 a 32.000,00 euro 1,4 punti 14 punti
  • Oltre 32.000 euro 1,2 punti 12 punti

La domanda si fa con il modulo AS150 inviandolo alla sede provinciale competente per territorio, a mezzo PEC alla sede provinciale competente per territorio allegando la copia del documento d’identità in corso di validità. E’ possibile inoltrare la domanda anche via fax al numero della sede provinciale competente allegando il documento d’identità.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Scuole Superiori

Ultime notizie