Busan, Corea del Sud/ Cittadina portuale con due università (Pechino Express)

- Emanuele Ambrosio

Busan, Corea del Sud: nona ed ultima tappa di Pechino Express 2020. I finalisti partiranno dalla cittadina portuale conosciuta anche con il nome Pusan

Busan Pechino Express

Cresce l’attesa per la nona ed ultima puntata di “Pechino Express. Le stagioni dell’Oriente“, il reality game condotto da Costantino della Gherardesca e trasmesso martedì 7 aprile 2020 alle ore 21.20 su Rai2. Le coppie rimaste in gara sono le Collegiali (Nicole Rossi e Jennifer Poni), i Gladiatori (Max Giusti e Marco Mazzocchi), le Top (Ema Kovac e Dayane Mello) e i Wedding Planner (Enzo Miccio e Carolina Gianuzzi) e questa sera si sfideranno nella nona tappa che li vedrà impegnati a percorrere 352 chilometri da Busan con una sosta Namwon e gran finale a Taekwondowon. Le quattro coppie di finalisti di Pechino Express 2020 partiranno proprio dalla cittadina portuale conosciuta anche con il nome Pusan situata sulla costa dell’estremità sudorientale della Corea del Sud nella provincia di Gyeongsang Meridionale. Si tratta di una cittadina che gode di amministrazione autonoma e si affaccia sull’estuario del fiume Nagdong. 3.813.814 sono gli abitanti che la rendono la seconda città più popolosa della Corea del Sud, seconda solo a Seoul. Pusan è una città fortemente industrializzata con tantissimi cantieri navali e impianti di vario tipo: dal settore meccanico a quello tessile, dal settore alimentare a quello chimico.

Busan o Pusan, città moderna e poliedrica

Busan o Pusan, come viene chiamata dai suoi abitanti, è una città moderna e ricca di cose da vedere. A cominciare dal Gamcheon Culture Village, un paesino conosciuto come la Santorini della Corea. Da non perdere poi un tour nei mercati della città: dal mercato del pesce Jagalchi Market al Gukje market dove è possibile acquistare merce di ogni tipo suddivisa per generi. Si tratta di un mercato all’aperto e scoperto dove è possibile passare da semplici bancarelle a vere e proprie esposizioni di complementi di arredo. Merita una visita anche la strada letteraria Bosu-dong Bookstore Alley, un vialetto dove è possibile respirare un’aria letteraria per via della presenza di negozi e librerie che espongono le proprie opere con un ordine del tutto partecipare. A Busan è possibile anche godersi un paio di ore di relax in spiaggia presso Haeundae Beach, tra le più belle ed attrezzate della costa. Infine da non perde anche il tempio buddista Haendong Yonggungsa Temple caratterizzato da un sali scendi con tanto di scogliera coreografica tra spiaggia, mare, cielo e grattaceli.</span

© RIPRODUZIONE RISERVATA