CAFU, FIGLIO MORTO DI INFARTO A 30 ANNI/ Del Piero: “Con te la famiglia del calcio”

- Davide Giancristofaro Alberti

Cafù, dramma in famiglia: morto il figlio Danilo a 30 anni per un infarto mentre giocava a calcio in casa. Il dolore e il lutto in Milan e Roma: il commiato di Di Francesco e Totti

cafu 2019
Cafù con il figlio Danilo

Continuano ad arrivare messaggi di cordoglio nei confronti di Marcos Cafu, leggenda brasiliana ex di Roma e Milan, dopo la morte per infarto del figlio Danilo a soli 30 anni. Tra quanti hanno deciso di manifestare la propria vicinanza all’ex “pendolino” instancabile della fascia destra, anche quell’Alex Del Piero che Cafu lo ha incontrato in campo sempre e solo da avversario. La bandiera bianconera ha scritto su Twitter:”Caro Marcos tutte le parole del mondo non possono colmare il vuoto che ora avverti ma ti arrivino il mio abbraccio più forte e quello della grande Famiglia del calcio per darti affetto e consolazione. Riposa in pace Danilo“. Commovente anche l’aneddoto svelato da Giuseppe Falcao:”Conobbi Danilo ad una festa di un Roma Club nell’anno dello scudetto. Un bambino simpatico ed allegro. Si affezionò a me. “Papà papà, lui è il figlio di…”. Poi mi invitò a casa sua giorni dopo al suo compleanno. Un grande dolore. Un abbraccio a Cafù e a Regina“. (agg. di Dario D’Angelo)

FIGLIO CAFU MORTO, DI FRANCESCO:”ERI UN BIMBO FELICE”

Erano compagni insieme alla Roma e sono rimasti amici per molto tempo, anche quando i destini calcistici si sono allontanati: oggi, nel giorno del massimo lutto per il Pendolino, l’amico Eusebio Di Francesco scrive così sui social ricordando l’amato figlio Danilo del suo amico Cafù: «Giocavi e correvi dietro ad un pallone sul campo di Trigoria. Eri un bambino felice e così voglio ricordarti. Ciao Danilo, riposa in pace. Un forte abbraccio a Marcos Cafù a tutta la famiglia, vi sono vicino». Da fuori l’Italia è il Real Madrid a ricordare questo momento tristissimo per la vita personale e familiare dell’ex terzino campione del Mondo con il Brasile «Il Real Madrid profondamente rammaricato per la morte di Danilo, figlio della leggenda del calcio brasiliano Cafu. Il club vuole esprimere le sue condoglianze a Cafu e tutta la sua famiglia e si unisce al suo dolore in questi momenti così difficili». Compagno di Roberto Carlos e Ronaldo nel Brasile degli invincibili, Cafù vanta oltre ai due Mondiali vinti in verdeore anche due Coppe America, nel 1997 e nel 1999, e una Confederations Cup nel 1997. Da ultimo, Il Pendolino è l’unico giocatore nella storia del calcio ad aver disputato consecutivamente tre finali dei campionati del mondo (1994, 1998, 2002). (agg. di Niccolò Magnani)

BARESI A CAFÙ: “SONO CON TE”

Non solo Francesco Totti, tutto il mondo del calcio è sotto choc per quanto avvenuto a Danilo, l’amato figlio di Marcos Cafù: il ct della Nazionale Roberto Mancini che contro il Pendolino ci ha fatto giocato diversi Derby di Roma contro, ha scritto sui social «non ci sono grandi parole che possano alleviare il duo dolore. Un grande abbraccio, ti sono vicino Cafù». Non solo, anche il suo compagno di scudetto in giallorosso Gabriel Omar Batistuta lo saluta così «Acompaño a Cafu y a su familia en este difícil momento. Danilo Q.E.P.D.». L’ex capitano del Milan Franco Baresi ha invece salutato in questo modo l’amico brasiliano sconvolto da una notizia che spezzerebbe le gambe di chiunque: «per un dolore così grande è dicibile trovare le parole. Forza Marcos, un grande abbraccio a te e famiglia». Dopo Roma, Milano e Brasile è anche l’Inter ad unirsi al coro delle squadre unite attorno al dolore dei familiari di Cafù: «Il club è profondamente rattristato per la scomparsa di Danilo, figlio di Cafu. Tutti noi del club inviamo le nostre più sentite condoglianze a Cafu e alla sua famiglia in questo difficile momento».

FRANCESCO TOTTI SOTTO CHOC “L’AVEVO VISTO CRESCERE”

Un altro lutto che tocca da vicino il mondo del calcio e non solo perché quando a morire è uno giovane rimane un po’ l’amaro in bocca a tutti. Nei giorni scorsi abbiamo pianto la figlia di Luis Enrique, la piccola Xana, e adesso facciamo lo stesso per il figlio di Cafù, Danilo, che si è spento a trent’anni in seguito ad un infarto. La notizia ha sconvolto tutti ma, soprattutto, l’ex Capitano della Roma, Francesco Totti, che questo ragazzo lo ha visto crescere durante il periodo passato insieme al papà alla Roma. Proprio per questo ha deciso di usare i social per mostrare la sua vicinanza a Cafù e condividere con tutti il suo immenso dolore rappresentato da un cuore spezzato. In particolare, Totti scrive: “L’ho visto crescere… non è possibile!!!! Ti sono vicino amico mio con tutto il cuore. Riposa in pace Danilo”. Adesso è il momento del dolore e dopo questo messaggio social, Francesco Totti tornerà dietro le quinte di quest’ennesima tragedia. (Hedda Hopper)

I MESSAGGI DI CORDOGLIO SUI SOCIAL

Arriva il messaggio di cordoglio da parte della Roma dopo la tragica notizia della scomparsa di uno dei tre figli di Cafù, il 30enne Danilo: “La Roma – così si legge sul twitter ufficiale della società giallorossa – esprime cordoglio e vicinanza a Marcos Cafù e alla sua famiglia in questo momento di dolore”. Subito dopo è giunto anche il messaggio del Milan, l’altra squadra con cui ha giocato in Serie A l’ex terzino della nazionale brasiliana: “Marcos, in questo momento di profonda tristezza – scrive la società meneghina sempre su Twitter – ogni rossonero è con te e la tua famiglia. Il nostro abbraccio va a voi”. Breve ma coinciso il noto cronista e presentatore di Sport Mediaset, Pierluigi Pardo: “Un grandissimo abbraccio a Cafu”, mentre così ha scritto Serafini, giornalista del Corriere dello Sport che da anni segue il Milan: “Terribile tragedia senza senso …@officialcafu una preghiera e un abbraccio, per il nulla che conta”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CAFÙ, FIGLIO DANILO MORTO PER INFARTO

Gravissimo lutto per l’ex calciatore Marcos Cafu: nelle scorse ore è morto il figlio Danilo. In base a quanto emerso, come riportato dai principali quotidiani online in questi minuti, il ragazzo aveva solo 30 anni e sarebbe stato stroncato da un infarto. Danilo Feliciano de Moraes, questo il nome completo del figlio del Pendolino, stava giocando a calcio presso la casa di famiglia situata a Barueri, nella città di San Paolo; aveva iniziato a palleggiare da pochi minuti per scaldarsi, sottolineano i colleghi di Fanpage, ma ad un certo punto si è sentito male, ha portato le mani al petto, e si accasciato improvvisamente a terra. Il tutto di fronte alla sua famiglia, compreso l’ex terzino destro di Milan e Roma. La notizia è stata riportata dal quotidiano brasiliano Globoesporte, poi successivamente confermata da Paulo Sergio, amico dell’ex giocatore.

CAFÙ, MORTO IL FIGLIO DANILO DI 30 ANNI

Subito dopo aver visto il figlio accasciato a terra, Cafù si è avvicinato per capire cos’avesse, e dopo aver compreso la gravità della situazione ha immediatamente chiamato i soccorsi. Danilo è stato quindi trasportato d’urgenza in condizioni critiche presso l’ospedale Albert Einstein di Alphaville, ma il 30enne non si è più ripreso, morendo subito dopo l’arrivo nella struttura medica. Cafù aveva tre figli, e in Serie A ha giocato per ben undici stagioni, dal 1997 al 2008, prima con la maglia della Roma, con cui ha collezionato 218 presenze, e poi con quella del Milan (166 partite disputate). In carriera ha vinto tutto con la maglia della nazionale, disputando 142 match e vincendo due campionati del mondo, due edizioni della Copa America e anche una Confederations Cup. In Italia è amato dai tifosi giallorossi e rossoneri ma anche da quelli avversari, sia per le sue doti tecniche immense (era chiamato il Pendolino vista la sua corsa continua sulla fascia), sia per la sua simpatia e il suo perenne sorriso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA