A.S. ROMA/ Mexes: lo picchiano e gli rubano l’auto con a bordo la figlia

Brutta avventura per il giocatore giallorosso: malviventi gli rubano l’auto con a bordo la piccola di due anni. Un quarto d’ora di terrore, poi il lieto fine.

25.07.2008 - La Redazione

Terrore nella notte per il difensore francese della Roma Philippe Mexès. Due banditi armati di pistola lo hanno aggredito mentre tornava a casa, all’Axa-Casal Palocco, un quartiere residenziale fra Roma e Ostia, con ville lussuose dove abitano molti calciatori, fra i quali anche il capitano giallorosso Francesco Totti.

Via l’auto e la bimba -. I rapinatori hanno puntato l’arma contro il calciatore, che ha reagito ingaggiando con loro una colluttazione. Sono stati attimi terribili: i banditi hanno avuto la meglio e sono fuggiti con la vettura, un suv Mercedes, portandosi via anche la piccola Eva seduta sul seggiolino del sedile posteriore.

Allarme subito – Le forze dell’ordine sono intervenute immediatamente: numerose pattuglie di polizia e carabinieri hanno dato la caccia alla Mercedes con la bimba in ostaggio su viale Cristoforo Colombo. Poi, per fortuna, la buona notizia: una donna, Anna Tamboni, 41 anni, ha notato il suv con lo sportello aperto in un angolo di piazza Eschilo. La bimba dormiva tranquilla. Forse non si è accorta di nulla. La testimone ha subito chiamato la polizia: Eva è stata presa in braccio da un agente, che l’ha coccolata fino all’arrivo di alcuni familiari del calciatore. Intanto proseguono le ricerche dei due rapitori: dalle testimonianze sembra che siano stranieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori