SAMPDORIA – ROMA/ Pari a Genova, soddisfatto Ranieri. Ora l’Europa League e poi il Parma

- La Redazione

Il posticipo di Serie A tra Sampdoria e Roma si è concluso a reti inviolate. Una prestazione abbastanza positiva per i giallorossi che ora sono chiamati ad altri due sforzi importanti prima della sosta natalizia: Sofia e Parma

Ranieri_R375_11mag09_phixr
Ranieri (ansa)

SAMPDORIA – ROMA – Nessun vincitore: né un gol di Cassano né uno di Totti. A Marassi Roma e Sampdoria si sono fronteggiate con grande determinazione senza però riuscire ad imporsi. I giallorossi hanno sfoderato una bella difesa sorretta dall’elegante Juan che, quando è in forma, sembra essere impeccabile. Ma si è visto anche un ottimo Cassetti che, sull’onda del derby, ha deliziato tifosi e allenatore con una bella prova tra difesa e fascia destra. Un altro graditissimo ritorno è stato quello di Rodrigo Taddei, da tante partite finito nell’ombra della panchina.

A Genova il brasiliano si è mosso con grinta e classe, ha fatto vedere dei bei numeri e ha piacevolmente impressionato lo stesso Ranieri. Applausi poi per Simone Perrotta che, con la sua consueta caparbietà, ha lottato arrivando anche vicinissimo al gol. Aggiungendo un mattoncino in più alla sua candidatura per il Sudafrica.

I giallorossi, non certo impeccabili, hanno giocato mantenendo buoni ritmi e sbagliando poco, anche se in fase propositiva si è forse indugiato un po’ troppo visto che si sarebbe potuto spingere un po’ di più alla ricerca del gol partita.

 

E’ d’altronde vero che in campo c’era una Sampdoria combattiva e, a volte, pericolosa, che ha regalato davvero poco ai giallorossi. Visibilmente soddisfatto mister Ranieri. “Oggi la squadra mi è piaciuta. – afferma il tecnico- È quella che voglio: determinata, viva, volenterosa, non abbiamo vinto ma è il calcio. Siamo venuti qui giocando da grande e imponendo gioco contro una formazione che ci metteva in difficoltà e noi chiudevamo bene.” In questi mesi il tecnico di Testaccio ha ridato vita e gloria a giocatori che, almeno nell’ultimo periodo, non ritrovavano se stessi. Meriti e applausi che non si fermano alle parole ma si traducono in fatti e numeri, gli stessi che ora compongono la striscia positiva di risultati che accompagna la Roma in queste settimane di risalita.

 

Ora però non si può abbassare la guardia. Prima di Natale i giallorossi sono chiamati a due delicatissimi impegni: il primo in Europa League in casa del Sofia. Una vittoria in terra bulgara sarebbe infatti fondamentale per il primo posto nel girone, il che vorrebbe dire non incontrare le compagini in discesa dalla Champions.

 

Domenica invece all’Olimpico arriva il Parma: in questo momento la quarta solitaria della classifica. “Credo che arrivi la squadra più in forma del Campionato. – dichiara Claudio Ranieri- Tutto quello che tocca diventa oro e se riusciamo a batterla domenica prossima la raggiungeremo in classifica, sarà una gara dura e difficile ma ce la metteremo tutta”.

 

(Marco Fattorini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori