Calciomercato/ Inter-Cavani, l’ira di Zamparini: “Resta e denuncio il procuratore!”

- La Redazione

Il patron rosanero chiude sul nascere i rumors di calciomercato che volevano l’Inter vicinissima a Cavani

CALCIOMERCATO INTER – La trattativa, o presunta tale, per portare in nerazzurro Edison Cavani già a gennaio sembrava già cosa fatta, ma una secca smentita arriva da Maurizio Zamparini, presidente del Palermo. Il passaggio all’Inter della punta uruguayana sarebbe “una manovra scomposta” del suo procuratore, che Zamparini vorrebbe addirittura denunciare.

Lo ha spiegato il vulcanico presidente rosanero ai microfoni di Radio Radio: “La comproprietà con l’Inter? È tutto inventato – ha spiegato – non ho mai incontrato nessuno dell’Inter. È il procuratore che si sta muovendo in maniera scomposta, se ne avrò le prove partirà una diffida ufficiale da parte del Palermo”. E sul giocatore: “Ogni tanto ha momenti così ma è un professionista serio. Adesso poi è disturbato da quello che gli mette in testa il suo procuratore”.

Ma tra i gioielli del Palermo non c’è solo Cavani ad attirare l’attenzione dei top club. Un esempio è Simon Kjaer: "Per noi è una pedina importante e poi il Palermo non ha bisogno di liquidità, ha un ottimo bilancio. Non ho costruito il Palermo per disfarlo. Simplicio? È vicino alla firma, gli ho dato termine fino al 31 dicembre. Anche perchè nessuno può dargli il mio stipendio salvo Inter, Milan e Juve".

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori