INTER-MILAN/ Allegri soddisfatto: per vincere le partite serve il sacrificio, anche se ti chiami Milan…

Le parole del tecnico rossonero al termine dell’incontro di ieri sera

15.11.2010 - La Redazione
allegri_milan_R375x255_21set10
Massimiliano Allegri (Foto: ANSA)

INTER-MILAN – E’ soddisfatto, come non poteva essere altrimenti, l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri al termine dell’incontro contro l’Inter vinto per 0 a 1. «Per vincere le partite ci vuole sacrificio – ammette l’ex Cagliari – anche se ti chiami Milan e anche se hai grandi giocatori. Una vittoria del genere fa crescere l’autostima: il derby è uno scontro diretto e, in più, giocavamo fuori casa. Ora possiamo lavorare in maniera più tranquilla».

Una gara che il Milan ha iniziato nel migliore dei modi: «Siamo stati subito aggressivi, riconquistando il pallone e ripartendo immediatamente – ha spiegato Allegri – Quando si riesce a farlo nella metà campo avversaria, allora la squadra riesce a rimanere più compatta. Ecco, credo che sia proprio questo il tratto che ci contraddistingue in maniera più netta da quando abbiamo cominciato a lavorare in estate e con l’aggressività si ottiene l’equilibrio. Ora tutti sono disposti ad aiutarsi per i compagni. Inoltre, nelle ultime gare, anche chi aveva giocato meno ha avuto il suo spazio, risultando determinante».

E alla fine ci scappa anche la dedica per gli assenti, in particolare, per gli sfortunati Pato e Inzaghi bloccatisi recentemente durante la gara contro il Palermo: «La vittoria è per Pato – conclude il tecnico rossonero – e, soprattutto, Inzaghi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori