JUVENTUS/ Beppe Braida dalla parte dei tifosi: «Blanc ritorna al Tour de France, Secco su un’isola deserta!»

- La Redazione

Il noto comico nonché tifoso della Vecchia Signora analizza il momento dei bianconeri

Blanc_elkann_R375_6ott09

JUVENTUS – Simpatica intervista realizzata dal programma radiofonico Tutti pazzi per la Juve ad Ariedo Braida, noto comico televisivo. Braida è famoso per la sua fede bianconera, essendo uno sfegatato tifoso della Vecchia Signora, e ha ben in mente come superare il periodo di crisi della propria squadra.

«I tifosi cantano Blanc deve tornare al Tour de France? Assolutamente si – esclama Braida – ed ora che lo conosco lo canterò anche io. Sono molto d’accordo perchè come sempre sostengo ognuno deve fare il proprio lavoro, peccato che Blanc non sia capace di fare il presidente della Juventus. Lo dico per eccesso di amore nei confronti della Juve, perché io non sono uno juventino, sono un gobbo, che significa essere molto più che un semplice tifoso. Quindi parlo animato da un grande amore, questa dirigenza non è all’altezza della nostra storia. E’ da tempi non sospetti che dico che Blanc non c’entra nulla con noi, anche quando in molti ancora non lo avevano notato». Quindi Braida ha proseguito: «Blanc al posto di Mingozzi? No, perchè Blanc è troppo serio, sembra un rappresentate di un agenzia di pompe funebri!».

Nuovo impiego anche per il direttore sportivo Alessio Secco: «Secco lo collocherei in un’isola deserta a meditare sul suo ruolo, visti i tanti bidoni che ha acquistato in questi anni». Chiusura dedicata a Mourinho: «Ha capito benissimo in che mondo viviamo, fa marketing, attira l’attenzione su di se, e visto che è un uomo che attira, noi avremmo bisogno di gente come lui e non certo delle persone che sono adesso alla Juventus che sono un inno alla tristezza».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori