SPORT IN TV/ Europei Basket: Israele-Italia (qualificazioni). Oggi, 17 agosto 2010

- La Redazione

Oggi, 17 agosto, la programmazione di Raisport 1 prevede la partita degli Europei di Basket, Israele-Italia, valida per le qualificazioni. Si preannuncia il tutto esaurito alla Nokia Arena di Tel Aviv dove oggi, martedì 17 agosto alle 18.30 (ora italiana, in diretta su Rai Sport 1 con la telecronaca di Franco Lauro) l’Italia incontrerà Israele nella prima gara di ritorno del girone di qualificazione al Campionato Europeo 2011

Telecomando_TVR375_24mar09

Oggi, 17 agosto, la programmazione di Raisport 1 prevede la partita degli Europei di Basket, Israele-Italia, valida per le qualificazioni. Si preannuncia il tutto esaurito alla Nokia Arena di Tel Aviv dove oggi, martedì 17 agosto alle 18.30 (ora italiana, in diretta su Rai Sport 1 con la telecronaca di Franco Lauro) l’Italia incontrerà Israele nella prima gara di ritorno del girone di qualificazione al Campionato Europeo 2011. C’è grande attenzione per questa gara a Tel Aviv che ha accolto la Nazionale con i suoi 32 gradi all’ombra con annesso alto tasso di umidità come è normale in questo periodo dell’anno. L’Italia viene considerata come una seria pretendente alla qualificazione all’Europeo nonostante le tre sconfitte. «Noi ci speriamo ancora -confida alla tv israeliana il play azzurro Antony Maestranzi – contro Israele sarà una partita dura, ma di sicuro non giocheremo bene per cinque minuti come all’andata a Bari. Stiamo lavorando bene, è un momento difficile, ma la pressione che sentiamo può darci la spinta giusta per fare meglio».

 

E alla vigilia di Israele-Italia, che sarà trasmessa in diretta tv da Raisport 1, l’ala forte della nazionale Angelo Gigli ha dichiarato: «Sicuramente dobbiamo dare di più. Per vincere, domani, dobbiamo fare la partita perfetta e segnare di più. Non abbiamo alternative se vogliamo vincere. E noi lo vogliamo». «Sappiamo quanto questa gara sia importante e conosciamo bene i nostri avversari, che hanno un alto tasso di talento ed esperienza -afferma il capo allenatore della Nazionale Simone Pianigiani -. Il campo di Tel Aviv è difficile da violare contro una squadra che si esalta ed è tanto più forte in casa».

 

«Sappiamo anche -continua Pianigiani – che in questo momento dobbiamo pensare a noi. Dobbiamo giocare in modo più regolare, senza strappi: è l’unica chiave per rimanere in partita in trasferta. Così abbiamo fatto in Montenegro, ma diversamente dal passato, le percentuali di tiro ci devono sostenere maggiormente. Per vincere, contro giocatori del talento di Omri Casspi e del talento unito all’esperienza di David Bluthenthal, non può bastare solo la difesa».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori