CALCIOMERCATO/ Juventus, la qualificazione in Champions e il nuovo stadio per un mercato estivo da favola

- La Redazione

Il club bianconero guarda con ottimismo al 2011-2012

Agnelli_Andrea_r375_20mag10
Agnelli (Ansa)

CALCIOMERCATO JUVENTUS – La stagione 2010-2011 sarà indubbiamente decisiva per il futuro della Juventus. Il club bianconero, attualmente, non in grado di lottare contro l’Inter per il vertice della classifica, dovrà puntare ad ottenere la qualificazione in Champions League. Ottenendo almeno il quarto posto e superando i preliminari, nelle casse della società di corso Galileo Ferraris potrebbe arrivare un’importante liquidità.

Una somma significativa che si andrà ad aggiungere ai guadagni che inizieranno a maturare dal nuovo stadio bianconero, (il primo in Italia di proprietà di un club), che entrerà in azione a partire dalla prossima stagione. Il bilancio del 2010 si è chiuso con un passivo di circa 10 milioni di euro. La Juve ne ha spesi 56 milioni ma ne ha incassati 40,5. Solamente una qualificazione in Champions, quindi, potrebbe permettere alla Vecchia Signora quegli investimenti massicci che ancora le servono per tornare grandissima.

A partire dal prossimo giugno 2011, quindi, se tutto andrà per il verso giusto, a Torino non sarà più impossibile pensare ai vari campionissimi in circolazione, leggasi i vari Diego, Aguero, Ribery, Benzema e compagnia bella. Da domani la Juventus avrà un trittico di partite che inizia a essere decisivo per il futuro. Prima il Cagliari in casa, dove non ha mai vinto, poi il Manchester City per l’Europa League, e l’Inter: vietato sbagliare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori