CALCIO/ Lecce, Giacomazzi: meritiamo di più

Al momento in cui è stato richiamato in panchina per fare posto al compagno Corvia, il centrocampista uruguaiano ha preso malissimo la sostituzione. Oggi ha parlato dell’episodio.

03.05.2011 - La Redazione
Giacomazzi_r400
Guillermo Giacomazzi (foto Ansa)

Al sedicesimo minuto della ripresa di Chievo Verona-Lecce (1-0) Guillermo Giacomazzi, capitano dei pugliesi, è stato protagonista di un brutto episodio: al momento in cui è stato richiamato in panchina per fare posto al compagno Corvia, il centrocampista uruguaiano ha preso malissimo la sostituzione, scaraventando a terra la fascia di capitano e accanendosi a calci contro la panchina del tecnico De Canio.

Come leggiamo oggi sulle pagine della Gazzetta dello Sport, il capitano è intervenuto ieri per chiarire la propria posizione sull’accaduto e per cercare di ricompattare la squadra in vista delle prossime difficili gare di campionato, che vedono impegnati i pugliesi in un’asprissima lotta salvezza.

“La mia reazione è figlia del momento particolare” – ha detto Giacomazzi – “Pur di giocare mi sottopongo ad iniezioni di Voltaren: è un periodo delicato e il mister mi ha tolto. Non ero arrabbiato con lui, ero solo nervoso”.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI GIACOMAZZI SUL LECCE E LA LOTTA SALVEZZA

Continua Giacomazzi, che parla anche della posizione del Lecce in classifica: “Ci troviamo in una situazione che non meritiamo”.  Il Lecce, reduce da un pareggio in tre partite, si trova attualmente al terzultimo posto, ad una lunghezza dalla Sampdoria e a due dal Cesena: e domenica ci sarà lo scontro, durissimo, con il Napoli di Mazzarri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori