Pagelle/ Modena-Bologna 0-0: i voti della partita (Serie B 10^giornata)

Le pagelle di Modena-Bologna, secondo anticipo della 10^giornata del campionato di Serie B 2014-2015: i voti del derby emiliano disputato allo stadio Alberto Braglia venerdì 24 ottobre 2014

24.10.2014 - La Redazione
salifu_modena
Amidu Salifu, 22 anni, centrocampista ghanese (dalla pagina Facebook ufficiale Modena Football Club 1912)

Dopo dieci minuti c’è il primo evento significativo della gara, con l’arbitro che va a espellere Troianiello seduto in panchina. Al minuto numero 12 palla dentro di Salifu con Stojanovic costretto a uscire su Ferrari, errore del portiere con Ferrari che prende palla sulla trequarti provando di prima a metterla dentro col portiere fuori dai pali. Palla che termina sul fondo. Partita senza grandi emozioni, con Ferrari che ci prova con un tiro lento da fuori area a metà della frazione. Ci prova anche Nizzetto, palla troppo alta ha calciato col corpo all’indietro. C’è poi un bel pallone messo dentro da Abero per Acquafresca è Zoboli a saltare e allontanare il pallone. Fallo di Maietta sulla trequarti su Salifu, il difensore del Bologna si prende il giallo che è il secondo della gara dopo quello a Schiavone. Va Nizzetto a calciare la punizione, palla altissima. Termina il primo tempo col punteggio di 0-0. Tiro da fuori di Salifu, palla di poco fuori. Colpo di testa al lato di Acquafresca, che poi ci riprova di sinistro da fuori area e calcia al lato. Cacia va giù in area di rigore per contrasto con Zoboli, l’arbitro fa proseguire l’azione. Masina la mette dentro a giro, Cacia colpisce alto di testa, è questa una delle poche emozioni di una scialba ripresa.

Partita con pochissime emozioni e soprattutto rarissime occasioni da gol. La gara l’hanno fatto i padroni di casa, senza però riuscire a trovare il gol. Non ci si diverte al Braglia dove a vincere è solo l’agonismo e la corsa di due squadre molto contratte. 

I canarini provano a fare la gara, senza però riuscire a giocare ad alti livelli davanti. A centrocampo si corre molto e ci sono buone manovre ma alla fine si finalizza davvero poco o addirittura mai. Termina tutto in un pareggio dove la squadra di Novellino ha fatto qualcosa di più.  

La squadra di Lopez rimane ferma nel primo tempo dentro la propria metà campo, si sveglia per dieci minuti nella ripresa senza però avere grandi occasioni.

Ferma troppo la partita, fiscale con diversi cartellini che si poteva risparmiare. Il rosso a Troianiello è in effetti un pò esagerato. Lascia correre per un fallo di mano in area di Maietta che doveva essere punito col calcio di rigore. Errore clamoroso ella ripresa quando fa correre su un fallo di Zoboli al centro dell’area su Cacia.

Dopo dieci minuti c’è il primo evento significativo della gara, con l’arbitro che va a espellere Troianiello (4) seduto in panchina. Al minuto numero 12 palla dentro di Salifu (6) con Stojanovic (5.5) costretto a uscire su Ferrari, errore del portiere con Ferrari (6) che prende palla sulla trequarti provando di prima a metterla dentro col portiere fuori dai pali. Palla che termina sul fondo. Partita senza grandi emozioni, con Ferrari che ci prova con un tiro lento da fuori area a metà della frazione. Ci prova anche Nizzetto (6.5), palla troppo alta ha calciato col corpo all’indietro. C’è poi un bel pallone messo dentro da Abero (6) per Acquafresca (5) è Zoboli (6) a saltare e allontanare il pallone. Fallo di Maietta (6.5) sulla trequarti su Salifu, il difensore del Bologna si prende il giallo che è il secondo della gara dopo quello a Schiavone. Va Nizzetto a calciare la punizione, palla altissima. Termina il primo tempo col punteggio di 0-0. VOTO PARTITA 5.5 – Partita molto agonistica, con grande ritmo e poche emozioni. I portieri non devono sporcarsi nemmeno i guanti, con pochissime conclusioni reali verso lo specchio. Ci aspettavamo qualcosa in più;  – I canarini provano a fare la gara sospinti da una straordinaria cornice di pubblico, ci riescono senza però trovare praticamente mai la porta. – Tanta energia e grande corsa in mezzo al campo, è il giocatore a dare di più nella prima frazione. Ci prova un paio di volte da fuori con palloni che terminano però abbondantemente alti; E’ quello che dovrebbe dare più qualità alla manovra offensiva, ma si vede pochissimo. In una delle rare occasioni che è al centro dell’azione, commette un fallo e viene ammonito; – Gara di grande spessore in difesa, dove Maietta e Oikonomou non fanno passare nulla. Davanti però manca qualcosa e a centrocampo si fa fatica;  – Sembra tornato quello dei bei tempi a Verona, corre e si muove per tutta la catena centrale di difesa annientando un Ferrari in buona forma. Gara di grande qualità. Si prende un rischio quando colpisce di mano un pallone in area di rigore, intervento che Pasqua considera involontario; E’ un giocatore fondamentale per spaccare in due la partita nella ripresa. Si fa espellere dalla panchina con proteste senza motivo; – Ferma troppo la partita, fiscale con diversi cartellini che si poteva risparmiare. Il rosso a Troianiello è in effetti un pò esagerato. Lascia correre per un fallo di mano in area di Maietta che doveva essere punito col calcio di rigore.

Stojanovic 4.5: nel primo tempo svirgola di piede regalando palla a Ferrari, nella ripresa si ripete in un’uscita bassa con pochissima sicurezza. Non si può concedere questi tipi di errore;
Ceccarelli 6: corre sulla corsia, allargandosi sempre bene in fase di chiusura;
Oikonomou 6: al centro sta diventando una sicurezza, sostituendo l’inadeguato Paez. Ha fisico e grande velocità, può davvero diventare un perno in Serie B per Lopez;
Maietta 6.5: Sembra tornato quello dei bei tempi a Verona, corre e si muove per tutta la catena centrale di difesa annientando un Ferrari in buona forma. Si prende un grande rischio colpendo di mano un pallone deviato di testa da Ferrari in area di rigore, per Pasqua l’intervento è involontario. Nella ripresa mantiene la stessa buona prestazione;
Abero 6.5: sulla corsia destra è difficile saltarlo, rimane sempre largo chiudendo le incursioni avversarie con tempismo e intelligenza tattica;
Laribi 5.5: non tra i più brillanti oggi sulla corsia, corre ma spesso a vuoto e senza creare mai la superiorità numerica;
Matuzalem 6: al centro del campo ha fisico e grande passo, ma alla fine la manovra è statica;
Bessa 6: ha grande talento, ma non riesce a velocizzare la manovra quando la palla passa tra i suoi piedi;
Giannone 5: non riesce mai a imprimere velocità alla manovra, giocando largo e toccando pochissimi palloni. Esce dopo un’ora; (59′ Masina 6): entra col piede giusto in campo, mettendo un buon pallone dentro per Cacia;
Cacia 5: un solo colpo di testa in 90 minuti, troppo poco per un giocatore della sua caratura;
Acquafresca 5: nel primo tempo non vede un pallone, nella ripresa ci prova prima di testa e poi di sinistro da fuori non centrando la porta. Troppo poco per un giocatore della sua caratura; (81′ Pasi sv)

All.Lopez 5: non riesce a dare la solita forza offensiva alla sua squadra che oggi non ha idee chiare di gioco.

Pinsoglio 6.5: sicuro nelle uscite, intelligente e abile. Non sbaglia niente;
Marzorati 6: il migliore della linea arretrata, bravissimo in un paio di diagonali;
Cionek 6: gioca una partita onesta al centro della difesa, tenendo il reparto e guidandolo;
Zoboli 5.5: compie un bell’anticipo di testa in chiusura nel primo tempo. Commette una grossa ingenuità quando atterra Cacia in area di rigore e per sua fortuna l’arbitro lascia correre sbagliando;
Manfrin 6: sulla corsia ha fisico e piede, passo e corsa. Non riesce però a proporsi con continuità davanti;
Nizzetto 6.5: Tanta energia e grande corsa in mezzo al campo, è il giocatore a dare di più nella prima frazione. Ci prova un paio di volte da fuori con palloni che terminano però abbondantemente alti. Nella ripresa cala un pò e quando esce si prende gli applausi; (79′ Marsura sv)
Salifu 6.5: il migliore dei 22 in campo, corre e da qualità alla manovra. Bella nel primo tempo una palla dentro per Ferrari sulla quale Stojanovic si complica la vita svirgolando. Il più pericoloso;
Schiavone 5: E’ quello che dovrebbe dare più qualità alla manovra offensiva, ma si vede pochissimo. In una delle rare occasioni che è al centro dell’azione, commette un fallo e viene ammonito. Nella ripresa non fa meglio, rimanendo sempre troppo basso; (91′ Osuji sv)
Rubin 6: nel primo tempo gioca con poca velocità, cresce nella ripresa creando qualche grattacapo ad Abero;
Granoche 6.5: ha fisico e tiene il reparto davanti con grande spessore e tecnica. Ha però pochissime occasioni davanti;
Ferrari 6: corre tanto per tutto il fronte d’attacco, senza però mai riuscire a trovare la porta. Generosa e di grande sacrificio la sua prova; (61′ Luppi 5.5): entra senza riuscire a dare una scossa davanti, anche se non era facile;

All.Novellino 6: si gioca tutte le sue carte, fa la partita contro una squadra più attrezzata, buona gara;

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori