FEDERICA PELLEGRINI / Diretta streaming video, 4x100m donne:l’Italia chiude al sesto posto (Mondiali nuoto 2015 Kazan, oggi 2 agosto)

- La Redazione

Inizia oggi il Mondiale di Federica Pellegrini, in gara nel pomeriggio con la finale 4x100m staffetta femminile. In questi mondiali di Kazan 2015 l’Italia prova a prendere altre medaglie

Pellegrini_Olimpiadi
Federica Pellegrini (Infophoto)

Non riesce l’impresa all’Italia, impegnata nella finale della 4×100 donne stile libero, ai mondiali di nuoto Kazan 2015: il quartetto azzurro, in cui era presente anche Federica Pellegrini, chiude in sesta posizione, lontana dalle medaglie, ma riesce a migliorare il record italiano. Ottima seconda frazione per Silvia Di Pietro, frazioni normali per Letrari e Ferraioli, la Pellegrini non riesce nell’impresa. L’oro va all’Australia, argento all’Olanda, solo terzi gli Stati Uniti, in sofferenza per gran parte della gara a causa dell’agguerrita Svezia. Intervistata dai giornalisti di Rai Sport, la campionessa veneta ha espresso la sua soddisfazione per il risultato, rimarcando l’ottima prova di squadra che ha permesso di battere il record italiano. Molto sorridente Silvia Di Pietro, autrice di un’ottima prova, meno soddisfatte Letrari e Ferraioli, che esultano comunque per il buon risultato di squadra.

LItalia è qualificata per la finale della 4×100 femminile. Finalmente il tabellone ufficiale ha dato i tempi delle due batterie: Russia, Giappone, Germania e Brasile sono eliminate a sorpresa, per un soffio ce la fa la Francia ma soprattutto, come detto, Ferraioli-Di Pietro-Pellegrini-Letrari sono in finale pur se nelle interviste post-batteria non tutte si sono dette pienamente soddisfatte del loro operato. Miglior tempo degli Stati Uniti (seconda batteria) davanti a Olanda e Australia; saranno queste tre le nazionali da tenere docchio per arrivare a medaglia, non sarà facile perchè nella velocità femminile non siamo mai state troppo competitive. Tuttavia sognare è lecito, e le gare bisogna sempre farle prima di parlare. La finale è in programma alle ore 17:45 del nostro Paese (le 18:45 di Kazan) 

LItalia ottiene la quarta posizione nella prima batteria della staffetta 4×100 femminile. Nella prima frazione in vasca Erika Ferraioli, poi Silvia Di Pietro ha sparato un primo 50 che lha portata in testa ma ha rallentato consegnando la terza posizione a Federica Pellegrini, che ha avuto una prima sfida fianco a fianco con Femke Heemskerk. La quale ha avuto la meglio, portando lOlanda in testa tallonata dalle azzurre; nellultima frazione la super Ranomi Kromowidjodjo ha spinto le olandesi a vincere la batteria e qualificarsi per la finale, mentre lItalia è risultata quarta e dovrebbe essere qualificata. Nella seconda batteria sono gli Stati Uniti a imporsi, davanti ad Australia e Cina (quarta la Francia); dunque si prospetta in finale il solito scontro tra Stati Uniti, Australia e Olanda con Cina e Francia che potrebbero inserirsi in zona podio. Dobbiamo aspettare però lufficialità, in questo momento ai Mondiali nuoto 2015 il monitor ufficiale è completamente saltato (questo perchè è stato modificato lordine di partenza)è+ ma sembra che lItalia sia qualificata. 

LItalia affronta la batteria della 4×100 stile libero nella prima batteria. Avversarie di oggi sono Svizzera, Germania, Colombia, Svezia, Brasile, Hong Kong, Olanda, Singapore e Canada; una batteria tutto sommato poco impegnativa, da tenere docchio certamente lOlanda che due anni fa a Barcellona ha vinto la medaglia di bronzo e che può schierare nuotatrici come Ranomi Kromowidjodjo e Femke Heemskerk. Nellaltra batteria figurano invece gli Stati Uniti campioni olimpici in carica, lAustralia che aveva vinto la medaglia dargento e la Francia; di sicuro una batteria più probante e che potrebbe essere quasi vista come lanticipo di una finale. Il record del mondo appartiene allAustralia (33098) che qui è assente e che lha centrato il 24 luglio di un anno fa, il record dei campionati è invece dellOlanda, 26 luglio 2009 a Roma quando ancora cerano i costumoni (33172) e che allepoca era stato un record del mondo. 

E ora inizia tutto un altro mondiale. Iniziano le vasche, le distanze e gli arrivi al millesimo di secondo: non ce ne vogliano le altre discipline ma non sono veri mondiali di nuoto finché non iniziano le gare sulla distanze in vasca con i vari stili. E inizia anche un altro mondiale per l’Italia, dopo i tesori conquistati alla grande da Cagnotto e dai ragazzi del fondo, entrano in vasca gli altri big azzurri: ma nessuno è più atteso della regina dentro e fuori dalle vasche, la campionessa Federica Pellegrini. In questa probabilmente ultima occasione di raccogliere medaglie iridate prima del ritiro forse fissato dopo le Olimpiadi di Rio del 2016, Federica ha annunciato prima dell’inizio di questi Mondiali di Kazan 2015 che non farà la disciplina dei 200 dorso, ma in un’intervista a Rai Sport di oggi afferma di non essere sicura neanche dei 100 stile libero, la gara delle gare. «Valuterò se nuotare i 100 stile libero solo dopo i 200 perché la gara è lo stesso giorno della staffetta 4×200. Questa staffetta sulla sua distanza e stile preferiti è evidentemente nella testa di Fede che intanto oggi romper il ghiaccio con le batterie, le semifinali e le eventuali finali della staffetta 4×100 donne con la squadra Italiana non favorita ma che potrebbe recitare la sua come sorpresa tra Australia, Olanda e Usa. «Voglio rompere il ghiaccio subito con la staffetta e provare la vasca. Per ora l’acqua è calda, ma ci hanno assicurato che finito il sincro sarà raffreddata, afferma ancora la campionessa azzurra ai microfoni Rai. C’è grande attesa comunque per la Pellegrini, come sembra vista il simbolo del nuoto italiano insieme alla Cagnotto e che deve caricarsi il peso sulle spalle: non sempre è riuscita a gestire  queste pressioni, ma quando accantona per un attimo tutte le questioni mentali e lascia andare tutta se stessa diventa un fulmine in acqua che tutte le avversarie devono temere ancora adesso dopo tanti anni di carriera. Stiamo a vedere dunque cosa succede oggi con la staffetta femminile sui 100 metri, non la specialità della casa per le azzurre ma una prova importante per provare ad infastidire le grandi corazzate statunitensi e australiane. Per quanto riguarda la copertura live della staffetta, stamattina dalle 8.45 in avanti si terranno le batterie di qualificazioni e le semifinali che saranno trasmesse per intero su Rai Sport 1: la finale invece è fissata, salvo variazioni di programma, dalle ore 14 in avanti sempre in diretta su Rai Sport 1, canale 57 del telecomando (o 5057 di Sky). Garantita come sempre la diretta streaming video sul sito di Rai.Tv, mentre aggiornamenti sul risultato della finale saranno disponibili al termine delle gare sul sito ufficiale della manifestazione, www.kazan2015.com, e sul sito ufficiale italiano www.federnuoto.it. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori