ANDREA PINAMONTI/ Chi è la giovane promessa dell’Inter: suo lassist a Eder. Pioli: avrà un grande futuro (oggi 9 dicembre 2016)

- La Redazione

Andrea Pinamonti, chi è la giovane promessa dell’Inter: suo l’assist al gol di Eder contro lo Sparta Praga in Europa League. Le notizie a oggi 9 dicembre 2016.

pinamonti_inter
Andrea Pinamonti (LaPresse)

Se il pubblico del Meazza ha premiato la prestazione del giovane Andrea Pinamonti, punta dellInter Primavera, allesordio ieri sera nel match di Europa League contro lo sparta Praga, a promuovere il nuovo talento del vivaio nerazzurro è stato anche il tecnico Stefano Pioli. Lallenatore dellInter maggiore infatti ha dichiarato al termine dellincontro ai giornalisti: Pinamonti? è un ragazzo molto giovane ma con ottime qualità. Non sono qualità semplici da trovare nei giovani doggi. Serio, umile, con un grande futuro. Promozione dunque a pieni voti, avvenuta dopo averlo visto allopera a dare il tutto per tutto per gli 80 minuti di gioco che ha disputato e dove si è reso prezioso agli occhi dei tifosi nerazzurri dopo lassist da manuale che ha permesso a Eder di mettere a segno il primo gol del match. Le avvisaglie comunque cerano già state tempo addietro, quando ancora la panchina Mancini lo aveva convocato in alcuni ritiri per tenere meglio docchio la preparazione di questo talento in erba: dallora tanto è successo e presto Andrea Pinamonti parteciperà alla nazionale Italiana Under 19 in campo contro la Serbia la prossima settimana. 

Lesordio di Andrea Pinamonti nel match di ieri sera tra Inter e Sparta Praga ha raccolto consensi e lodi da tutte le parti: questo giovane attaccante della formazione Primavera nerazzurra, una volta entrarto in campo ha dato prova di essere dotato di un grande talento e di avere tutte le carte in tavola per diventare molto presto la promessa su cui Inter e non solo loro punterà per le prossime stagioni. Non ci devono dunque sorprende le ultime notizie riportare da Sky, secondo cui la dirigenza dellInter risulta molto interessata a coltivare giovani talenti: sembra dunque che la dirigenza cinese lo voglia blindare il più possibile alla maglia nerazzurra e i motivi sono stati ben chiariti ieri sera dalla prestazione eccellente dello stesso Andrea Pinamonti. Secondo il giornalista Sky Nebuloni infatti: LInter vuole blindare Pinamonti, date i richiami dallestero. un prodotto che non verrà fatto fuggire come Yao e Bakayoko, che stanno crescendo nellombra sotto la guida di Stefano Vecchi e che stanno facendo molto bene.

Ieri sera il match tra Inter e Sparta Praga per lultimo turno di Europa League e ha visto lentrata in campo per i colori nerazzurri del giovane talento di Andrea Pinamonti, punta della formazione primavera nerazzurra di Vecchi. Visto in campo per quasi tutto lincontro, Pinamonti ha convinto tuti, squadra, panchina e pubblico del suo innegabile talento, che ne hanno fatto di lui il nuovo osservato speciale del vivaio dellInter, sempre alla ricerca di nuovi talenti. Dopo la sua prestazione, che ha fruttato anche in assiste millimetri a Eder, andato poi gol, lo stesso Andrea Pinamonti aveva poi dichiarato: Il Meazza è il mio stadio preferito perché tifo lInter, unemozione indescrivibile, sono contento per la fiducia che mi ha dato il mister e la società. Se avrò altre opportunità? Non lo so, io cercherò di essere pronto, quello che deciderà la società per me andrà bene, ci fossero occasioni come queste sarei contento, ma va bene cosi. Un centravanti deve fare gol, ma capita di non segnare e ci si mette a disposizione della squadra. Oggi non mi aspettavo nemmeno di giocare, mi è sempre piaciuto aiutare la squadra e io cercherò sempre di migliorare. Palacio? Un giocatore fantastico, dentro e fuori dal campo, ma come tutti gli altri, ma tutti i giocatori mi hanno dato una grande mano e tanti consigli e questo mi ha fatto piacere. A chi mi ispiro? Il mio idolo è Mauro Icardi. Quando mi hanno detto che avrei giocato? Prima di salire sul pullman, unora prima della gara. 

Classe 1999 è la punta centrale dellInter Primavera che ieri sera nel match di Europa League tra la formazione maggiore e lo Sparta Praga ha fatto il suo grande debutto, raccogliendo parole di lode e ammirazione per il suo fantastico assist a Eder, in gol poi al 23 del primo tempo. Un esordio di eccezione per un ragazzo di appena 17 anni e mezzo, uno dei più precoci a questo battesimo (prima di lui forse Federico Dimarco, Beppe Bergomi e Federico Bonazzoli): 80 minuti in campo per Pinamonti poi unuscita di scena per crampi tra gli applausi festanti del pubblico. Tante le azioni viste in campo che hanno portato la sua firma, tanto che già tra alcuni si vocifera di lui come di un nuovo Icardi: paragone sicuramente esagerato per il momento ma che premia la costanza di prestazione e lottimo talento in erba visto crescere in questi mesi nelle file dellInter Primavera, guidata da Stefano Vecchi. Il tecnico dellInter Pioli però è da tempo che lo teneva docchio: non a caso laveva già convocato lo scorso 24 novembre nel match contro H. Beer Sheva ma il giovane talento nerazzurro all’epoca non era andato oltre la panchina. Il match di ieri sera contro lo Sparta Praga, dove lInter ormai non aveva più nulla da giocarsi se non unuscita in grande stile per la stagione 2016-2017 del torneo,  ha comunque fatto da grande scenario per il debutto del giovane Pinamonti, ora nuovo osservato speciale nel vivaio nerazzurro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori