DIRETTA / Video, Gand-Wevelgem 2016: pauroso incidente per Antoine Demoitié, è in coma. Gli highlights della gara (oggi domenica 27 marzo)

- La Redazione

Diretta Gand-Wevelgem 2016 info streaming video e tv: percorso e orari della classica belga. I favoriti della corsa di ciclismo, adatta ai velocisti ma anche… (oggi domenica 27 marzo)

kristoff_sagan
Immagine d'archivio: un possibile finale per la Gand-Wevelgem...

Il corridore belga Antoine Demoitié Lille è stato ricoverato in gravi condizioni dopo essere caduto oggi nel corso della Gand-Wevelgem di ciclismo. Una volta a terra, scrive l’Equipe, il ciclista del team Wanty Gobert è stato investito da una moto. L’incidente è avvenuto a Sainte – Marie-Cappel, nelle Fiandre francesi, a circa 80 km dal traguardo. Il corridore, secondo quanto si apprende dal direttore sportivo del suo team Hilaire Van der Schueren, è rimasto coinvolto in una caduta tra quattro corridori ed è stato travolto da una motocicletta che stava sopraggiungendo. Le condizioni sono gravi, mentre non si hanno al momento immagini video dell’incidente che ha coinvolto il povero Demoitié. Vi daremo conto delle ultime notizie sulle sue condizioni non appena saranno diffuse. Clicca qui per il video con gli highlights della corsa Gent-Wevelgem.

Abbiamo assistito a una giornata intensa di Ciclismo con i Gand-Wevelgem dove abbiamo visto sicuramente in pista atleti di grande personalità e tecnica. Su Twitter all’hashtag #GandWevelgem sono stati numerosi i commenti del pubblico: “Cancellara è sempre uno spettacolo”, “Finalmente Peter Sagan”, “E’ stato un arrivo spettacolare alla Gand Wevelgem e finalmente la vittoria del campione del mondo Peter Sagan”, “La vittoria di Peter Sagan la prima con la maglia iridata”, “Dopo tanto Sagan riesce a vincere”, “Grande Peter Sagan per la vittoria alla Gand Wevelgem”, “Certo VanMarcke se la tira un po’ troppo”, clicca qui per leggere tutti i tweet del pubblico.

La Gand femminile è stata vinta dall’olandese Chantal Blaak, grazie ad un attacco finale negli ultimi 15 chilometri. La Blaak ha preceduto di appena 1’24” la tedesca Lisa Brennauer, segue poi la connazionale Lucinda Brand. L’italiana Elena Cecchini, invece, è arrivata dodicesima con il crono di 2’23” ed è stata la migliore tra le italiane visto che Elisa Longo Borghini è arrivata quindicesima con lo stesso tempo. Brutta la prestazione della Campionessa Elizabeth Armitstead, arrivata solo diciassettesima nella giornata odierna. La quarta prova del World Tour del Gand-Wevelgem femminile è stata dominata dalla Blaak. Il prossimo appuntamento ci sarà il 3 aprile con il Giro delle Fiandre.

Oggi, domenica di Pasqua, è in programma l’edizione numero 78 della Gand-Wevelgem, prima grande classica del Nord di ciclismo. Non una classica ‘monumento’ (le cinque più importanti del mondo), anche perché ‘solo’ dal 1945 è aperta ai professionisti, ma comunque una corsa di grandissimo fascino e tradizione, grazie ad un albo d’oro ricco di vincitori celebri e naturalmente alla passione del Belgio per questo sport, che non viene meno neanche in giorni difficili come quelli che il Paese sta vivendo dopo gli attentati di martedì a Bruxelles. Un appuntamento da non perdere per quella che certamente è la classica più adatta ai velocisti tra quelle che caratterizzeranno le prossime settimane. Lo dimostra il fatto che tra i più vincenti c’è Mario Cipollini, primo per tre volte (1992, 1993 e 2002), come leggende del ciclismo belga quali Rik Van Looy, Tom Boonen e soprattutto Eddy Merckx.

L’anno scorso però vinse il nostro Luca Paolini con una splendida azione solitaria, a dimostrazione del fatto che non è certo scontato arrivare in volata. Diamo allora uno sguardo al percorso: saranno 241,3 km, a partire dalla piazza del mercato di Deinze (che ormai da qualche anno è sede della partenza in luogo della vicina Gand), fino al traguardo che invece è posto naturalmente a Wevelgem. Come si diceva, è una corsa ideale per i velocisti, anche se non mancheranno le difficoltà, costituite da dieci dei cosiddetti ‘Muri’ fiamminghi – a dire il vero otto, due dei quali però da affrontare due volte per un totale dunque di dieci asperità. Il più celebre è il Kemmelberg, lungo circa 1 km e caratterizzato da punte di pendenza massima al 23%: chi vuole evitare l’arrivo allo sprint, dovrà attaccare qui approfittando magari che si tratta proprio di uno dei Muri da affrontare due volte.

Inevitabile citare fra i primi favoriti coloro che già sono stati protagonisti settimana scorsa alla Milano-Sanremo, a partire logicamente da Arnaud Demare, vincitore otto giorni fa in via Roma pur con qualche polemica per il suo rientro in gruppo (aiutato?) sulla Cipressa, con Alexander Kristoff come prima alternativa in caso di sprint, dove potrebbero dire la loro anche André Greipel e Mark Cavendish. Ci sono poi naturalmente gli uomini da classiche, a partire dal campione del Mondo Peter Sagan, Fabian Cancellara che sta vivendo la sua ultima stagione e Greg Van Avermaet che gioca in casa. Sagan potrebbe giocarsela anche allo sprint, di certo però da loro ci attendiamo attacchi.

Per seguire la Gand-Wevelgem 2016 non ci sarà purtroppo la diretta tv, ma solo una differita alle ore 21.00 sul canale tematico Bike Channel, che è visibile al numero 214 della piattaforma satellitare Sky, compreso dunque nel pacchetto Sky Sport, con il racconto di Gian Luca Giardini affiancato dal commento tecnico di Paolo Savoldelli. Disponibile anche lo streaming video di questa differita, che sarà garantita agli abbonati tramite l’applicazione Sky Go. Infine il web e i social network, dove segnaliamo in particolare il sito ufficiale www.gent-wevelgem.be (in fiammingo, inglese e francese), la pagina Facebook ufficiale Gent-Wevelgem e il profilo Twitter ufficiale @GentWevelgem. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori