Diretta/ Giro d’Italia 2016 streaming video e tv: vincitore Greipel in volata (5^ tappa Praia a Mare-Benevento, oggi 11 maggio)

- La Redazione

Diretta Giro d’Italia 2016 streaming video e tv: Andre Greipel vincitore in volata della quinta tappa Praia a Mare-Benevento davanti a Demare e Colbrelli (oggi mercoledì 11 maggio)

kittel_nimega
Marcel Kittel a Nimega: oggi sarà giorno per gli sprinter? (da Facebook Giro d'Italia)

Ha vinto la quinta tappa Praia a Mare-Benevento del Giro d’Italia 2016, che il velocista tedesco ha conquistato allo sprint in maniera davvero autorevole, praticamente per distacco. Un successo dunque molto significativo per lo sprinter della Lotto-Soudal, che ha preceduto il francese Arnaud Demare e il nostro Sonny Colbrelli al termine di una volata complicata dal pavé, dalla leggera salita e anche da una caduta (per fortuna senza significative conseguenze fisiche) dell’estone Taaramae. Le volate del Giro 2016 dunque continuano a parlare tedesco anche nel giorno in cui Marcel Kittel non è nemmeno riuscito a prendere parte allo sprint: ci ha pensato Greipel a mantenere il dominio tedesco. Per lui è il quarto successo di tappa al Giro, uno in ciascuna edizione delal Corsa Rosa alla quale ha partecipato. In maglia rosa resta invece l’olandese Tom Dumoulin, come è normale dal momento che si è arrivati a Benevento con il gruppo compatto. Infine un’annotazione sulla fuga, che è stata annullata a circa 10 km dal traguardo.

Siamo arrivati alla quinta tappa del Giro d’Italia ed attualmente mancano circa 40 chilometri all’arrivo a Benevento, dove verrà organizzato un circuito da 7 km da ripetere due volte. La Lotto Soudal continua a guidare il gruppo maglia rosa, che è riuscito a recuperare un minuto in questi ultimi secondi portandosi a 1’35”  dai quattro fuggitivi. Seguono Astana e Lampre Merida, ricordiamo invece chi sono i quattro in testa:  Daniel Oss, Amets Txurruka Ansola, Pavel Brutt e Alexander Foliforov che si sono portati davanto dopo il GPM di Fortino. Domenico Pozzovivo perde invece posizioni a causa di un problema tecnico. Ultimo tratto pianeggiante, con una lieve discesa molto tecnica.

Dalla partenza a Praia a Mare sono passate circa quattro ore e la media attualmente è di 40,086 km/h. Nel gruppo maglia rosa in testa ci sono la Giant-Alpecin e la Lotto Soudal, che attualmente si trovano a 3’35’, quindi in forte rimonta sui fuggitivi. La caduta di Daniel Oss sembra non aver riportato nulla di grave al corridore trentino, solo sul bicipite si vede qualche segno ma il ciclista continua insieme ai quattro davanti quando mancano circa settanta chilometri all’arrivo. Da segnalare una giornata non molto positiva per Matteo Pelucchi che nel tratto in salita si stacca dai corridori. L’italiano Jakub Mareczko della Wilier Southeast, invece, si ritira ufficialmente.

Mancano esattamente ottantacinque chilometri al termine della quinta tappa del Giro d’Italia che, partita questa mattina da Praia a Mare terminerà a Benenvento. Dopo la caduta di Oss, l’italiano è riuscito a riaggregarsi ai fuggitivi che attualmente hanno 4’50’ di vantaggio rispetto al gruppo: Daniel Oss, Amets Txurruka Ansola, Pavel Brutt e Alexander Foliforov sono davanti, in mezzo al gruppo invece pedalano senza problemi sia Vincenzo Nibali che Diego Ulissi. In coda al gruppo possiamo vedere invece Fabian Cancellara, che non sembra minimante turbato da questo ultimo posto quest’oggi. I Lotto Soudal continuano a gareggiare insieme alla Giant-Alpecin.

Siamo arrivati al secondo Traguardo Virtuale che ha visto come nella prima parte il primo posto da Daniel Oss a Palomonte. Secondo posto per Foliforov, terzo Txurruka. Da segnalare però la caduta poco dopo dell’atleta italiano, che scivola esattamente quando mancano centonove chilometri ma dopo aver cambiato bici è di nuovo in fuga per riportarsi sui tre compagni davanti. Foliforov (Gazprom), Brutt (Tinkoff), Txurruka (Orica) sono quindi  i fuggiviti, Oss cerca di recuperarli mentre il gruppo è appena passato sul tornante dove è scivolato il trentino. André Greipel non sta disputando un’ottima tappa, mentre la Giant-Alpecin e la Lotto Soudal cercano di collaborare il più possibile. Daniel Oss riesce a rientrare con una volata nelle prime quattro posizioni.

Alla quinta tappa del Giro d’Italia 2016 mancano esattamente 124 chilometri all’arrivo con gli atleti che hanno fatto il solito rifornimento fisso questa volta a Buccino. Le previsioni meteo erano abbastanza negative per questo tratto di percorso ma nonostante ciò per ora non piove. I quattro di testa ovvero Oss, Txurruka Ansola, Brutt e Foliforov hanno un distacco da gruppo di 6 minuti e mezzo, con quest’ultimo che sta temporeggiando abbastanza anche perché mancano ancora tanti chilometri al termine della tappa a Benevento. Il secondo traguardo volante della tappa è a Palomonte, a circa centoquindici chilometri dall’arrivo, che assegnerà gli abbuoni. Si ritira ufficialmente dal Giro Omar Fraile Matarranz, a seguito di una caduta nella tappa di ieri.

Mancano esattamente 127 chilometri al termine della quinta tappa del Giro d’Italia partita da Praia a Mare. Gli atleti hanno appena passato il Traguardo Volante di Polla.e quindi arrivano i primi risultati ufficiali di giornata. Daniel Oss, della BMC Racing Team transita per primo, secondo Amets Txurruka Ansola mentre al terzo posto abbiamo attualmente Pavel Brutt. Sesto Elia Viviani del Team Sky, settimo invece Boy Van Poppel. Il gruppo aveva accerato molto in vista del Traguardo Volante ma i quattro attaccanti stanno riacquistano terreno staccandosi dl gruppo. Tempo di rifornimento fisso di Buccino. Tra pochi chilometri avremo davanti un nuovo Traguardo Volante, quello di Palomonte dove vedremo se ancora una volta il primo a transitare sarà l’italiano Oss.

La quinta tappa del Giro d’Italia è arrivata alla prima GPM della giornata, la salita di Fortino 3,50 Km – 5.00 %. Il gruppo resta ancora molto compatto in questa prima parte, adesso si comincerà a vedere chi davvero riuscirà a prendere l’iniziativa. La Nippo-Vini Fantini è in testa al gruppo con Damiano Cunego, il leader della maglia azzurra, che conduce. Una piccola curiosità: se Tom Dumoulin dovesse difendere la Maglia Rosa quest’oggi fino all’arrivo a Benevento allora eguaglierebbe Peter Weening per numero di giorni in testa alla classifica generale in un Giro d’Italia. Nel corso della salita Damiano Cunego passa primo, secondo Julen Amezqueta Moreno e terzo Tim Wellens. La media della prima ora di gara è di 34,3 km/h. 

Comincia la quinta tappa del Giro d’Italia 2016 che partirà da Praia a Mare e tornerà a Benevento, per un percorso di 233 chilometri. Il primo e unico GPM sarà concentrato nella prima parte, nella salita di Fortino mentre nella seconda parte ci sarà tutta l’ascesa anche se non mancherà qualche piccola salita insidiosa. I velocisti in questa tappa potrebbero presentarsi soprattutto nel finale, visto che il finale prevede una pavimentazione in porfido e una leggera pendenza che potranno sicuramente rendere entusiasmante l’arrivo al traguardo. Il rifornimento si potrà avere allo Svincolo di Buccino, i 195 corridori prendono il via dalla Calabria, con Tom Dumoulin in maglia rosa e Bob Jungels e Diego Ulissi all’inseguimento a 20”.

Tra poco meno di un’ora partirà da la quinta tappa del Giro d’Italia da Praia a Mare lunga per ben 233 chilometri fino ad arrivare a Benevento. Questa tappa però, potrebbe avere l’insidia meteo: il tempo alla partenza dalla Calabria sarà nuvoloso con temperature che si aggireranno intorno ai 22 gradi. All’arrivo, invece, potrebbero esserci pioggie con temperature intorno ai 26 gradi. L’arrivo dovrebbe essere previsto tra le 17 e le 17.30. Il tracciato si snoderà su strade a scorrimento veloce, ai 1200 metri c’è una curva marcata a destra ma il rettilineo finale sarà il leggera ascesa ma non ci sono in questa tappa salite davvero impegnative per i velocisti tranne quella di Fortino, quasi vicino alla partenza. Si partirà con Tom Dumoulin in maglia rosa e con Bob Jungels e Diego Ulissi che inseguono a venti secondi.

La classifica della corsa rosa dopo le prime quattro tappe vede in testa l’olandese Tom Domoulin del team Giant con un tempo complessivo di 14 ore e 9 secondi. Al secondo posto il lussemburghese della Etixx-Quick Step, con venti secondi di ritardo. Terzo l’italiano Diego Ulissi che dopo aver tagliato per primo il traguardo di Praia a Mare si è portato al terzo posto, davanti ad un altro olandese ovvero Steven Kruijswijk, della Lotto NL-Jumbo. Vincenzo Nibali si trova in sesta posizione a 26 secondi dalla maglia rosa, lo spagnolo Ernesto Valverde lo segue a +5”.

Il Giro d’Italia 2016 propone oggi la quinta tappa Praia a Mare-Benevento di 233 km. Una frazione molto lunga e che attraverserà ben tre regioni, dalla Calabria alla Campania passando per la Basilicata: altre emozioni ci attendono dunque in questa nuova giornata dell’edizione numero 99 del Giro d’Italia 2016, una tappa che potrebbe essere per i velocisti, i quali però dovranno faticare non poco per arrivare a giocarsi il successo allo sprint sul traguardo di Benevento. 

Diamo allora subito uno sguardo più dettagliato all’altimetria di questa frazione. La partenza della quinta tappa del Giro d’Italia 2016 avrà luogo a Praia a Mare alle ore 11.30: frazione molto lunga, di buono per i corridori c’è che si riparte dalla località d’arrivo di ieri, dunque non ci sono stati trasferimenti. Si diceva che quella di oggi al Giro d’Italia potrebbe essere una giornata per velocisti e in effetti ci sarà un solo Gpm di terza categoria, la salita di Fortino, fra l’altro collocata dopo soli 35 km dalla partenza, che probabilmente sarà il trampolino di lancio per l’immancabile fuga da lontano. I restanti 200 km però non saranno affatto facili, bensì saranno caratterizzati da numerosi saliscendi, come la salita che porterà al traguardo volante di Palomonte al km 118, il secondo di giornata dopo quello che sarà collocato a Polla al km 85,1. Insomma, sarà una giornata di difficile interpretazione, dal momento che bisognerà capire chi andrà in fuga, quanti saranno gli attaccanti e di quali squadre, dunque quali saranno le formazioni che invece lavoreranno in gruppo per annullare questi attacchi. Il problema principale per i fuggitivi potrebbe essere costituito dagli ultimi 30 km, che sono quasi completamente pianeggianti e dunque potrebbero agevolare il ritorno del gruppo. Il finale sarà costituito da un circuito di 6,5 km, attenzione al rettilineo d’arrivo che sarà in leggera salita e lastricato in porfido: se sarà volata di gruppo, saranno variabili da tenere in grande considerazione per impostare lo sprint.

Per seguire il Giro d’Italia 2016 è a disposizione una grande copertura televisiva sulle reti Rai ed Eurosport. Si parte già con la rubrica Giro Mattina, su Rai Sport 1 (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) dalle ore 10.45, poi la diretta tv di questa quinta tappa avrà inizio alle ore 13.45 sempre sul canale tematico, con la telecronaca di Francesco Pancani e il commento tecnico di Silvio Martinello. Dalle ore 15.10 si potrà seguire la Praia a Mare-Benevento anche su Rai Tre in simulcast. Su entrambi i canali sarà visibile poi anche lo storico Processo alla Tappa, che andrà in onda naturalmente al termine della corsa, mentre alle ore 20.00 ecco la rubrica Tgiro e alle ore 00.30 la lunga giornata si concluderà con Giro Notte (solo su Rai Sport 1). Diretta disponibile a partire dalle ore 14.30 anche su Eurosport, il canale visibile sia agli abbonati Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium, che in serata proporrà alle ore 20.00 la rubrica Giro Today. Per chi invece non potesse mettersi davanti a un televisore oggi pomeriggio, ricordiamo la possibilità di seguire la quinta tappa del Giro d’Italia 2016 anche in diretta streaming video sul sito Internet ufficiale della Rai (www.rai.tv) oppure – per gli abbonati – tramite i servizi offerti da Eurosport Player, Sky Go e Premium Play. Infine ricordiamo i riferimenti ufficiali della Corsa Rosa: il sito www.giroditalia.it, la pagina Facebook Giro d’Italia e il profilo Twitter @giroditalia. E adesso, che lo spettacolo cominci: la parola va alla strada! (Mauro Mantegazza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori