Diretta / Djokovic-Nadal (7-5 7-6), Internazionali di Tennis Roma 2016: info streaming video e tv. Nole contro Nishikori (oggi 13 maggio)

- La Redazione

Internazionali di Tennis Roma 2016, i risultati di venerdì 13 maggio: info streaming video e diretta tv, il torneo del Foro Italico è giunto ai quarti di finale maschili e femminili

Nadal_braccia
Foto Infophoto

Sarà Kei Nishikori a giocare la semifinale degli Internazionali di Tennis Roma 2016 contro Novak Djokovic. Il giapponese è l’ultimo qualificato al Foro Italico: dopo un’ora e 39 minuti batte Dominic Thiem con il risultato di 6-3 7-5, evitando un pericoloso tie break. Sfida in equilibrio per tutto il tempo, ma Nishikori ha giocato meglio i punti decisivi e nel secondo set ha rimontato un break di svantaggio andando a chiudere in due parziali. Si ripete dunque la semifinale di Madrid e la finale di Miami: dopo che Nishikori aveva sorpreso Djokovic nella semifinale degli Us Open 2014, il serbo ha sempre battuto il giapponese e ora avrà la possibilità di farlo un’altra volta, andando a prendersi un’altra volta una finale di un Master 1000. 

È la quarta e ultima qualificata alle semifinali degli Internazionali di Tennis Roma 2016. Battuta Svetlana Kuznetsova con il risultato di in 51 minuti: questa volta la Williams non ha fallito la prova come le era accaduto a Miami contro la russa, e in questo torneo del Foro Italico è cresciuta di giorno in giorno mostrando di essere ancora una volta la grande favorita per il titolo (che non vince dal 2013). La semifinale che la attende la vedrà impegnata contro Irina-Camelia Begu: la rumena, che nelle ultime due stagioni si è fatta notare per qualche vittoria di prestigio, ha battuto Victoria Azarenka al secondo turno ed è ora alla prima semifinale in un Premier V. A Madrid aveva già fatto fuori la Muguruza, e dunque sono due le vittorie contro giocatrici della Top Ten nel giro di pochi giorni; Serena Williams comunque resta del tutto favorita.

L’altra semifinale come sappiamo sarà quella tra Garbine Muguruza e Madison Keys; potrebbe esserci una finale tutta americana a Roma, ma staremo a vedere come andranno le cose. Intanto, il Foro Italico si appresta a vivere l’ultimo match del giorno: quello tra Dominic Thiem e Kei Nishikori, che vale un posto nella semifinale maschile contro Novak Djokovic. 

Agli Internazionali di Tennis Roma 2016 abbia ancora negli occhi la strepitosa sfida tra Novak Djokovic e Rafa Nadal, vinta dal serbo in due set; altri match però si devono ancora giocare nella giornata odierna, e in uno di questi Serena Williams, la numero 1 del mondo e tre volte vincitrice del titolo a Roma, ha vinto il primo set per contro Svetlana Kuznetsova. Determinata a vendicare la sconfitta di Miami di qualche settimana fa, la Williams è partita fortissimo come non era riuscita a fare contro la McHale, e in breve tempo si è presa un vantaggio che ora proverà a confermare vincendo anche il secondo set, provando così a non allungare un match che la può proiettare in semifinale a giocare contro Irina-Camelia Begu, già qualificata grazie alla vittoria su Misaki Doi.

Dopo due ore e 24 minuti, Novak Djokovic si qualifica per la semifinale degli Internazionali di Tennis 2016. Il campo centrale del Foro Italico di Roma è testimone di un match pazzesco: un livello da finale, ed è un grande peccato che sia durata soltanto due set e che fossimo ai quarti del torneo Master 1000. Il secondo set parte con Rafa Nadal che fa il break al primo game e lo conferma; sul 2-1 il medico entra in campo per sistemare la medicazione al piede sinistro di Rafa, che non accusa il colpo e si porta sul 5-4 senza aver concesso una singola palla break a Djokovic. Ma Nole, il numero 1 del mondo, è in agguato: il serbo annulla cinque set point a Nadal con classe sopraffina e poi, alla prima palla break del game e del set, centra il 5-5. Si va avanti: Djokovic sale 6-5 rimontando da 0-30 con quattro punti consecutivi, Nadal è Nadal e forza il tie break. Che, da solo, vale tutto il match: Nole prende il vantaggio sul 3-1 e poi ancora sul 5-3, per due volte Nadal riesce ad annullare il mini break ma non c’è niente da fare contro il Djokovic di oggi, al primo match point il numero 1 chiude e va in semifinale, dove aspetta uno tra Thiem e Nishikori.

Match stratosferico, scambi pazzeschi e livello ben oltre la perfezione: abbiamo la certezza (o quasi) che Nadal sia tornato il Nadal di un tempo, anche se oggi deve accettare di essere alle spalle di Djokovic anche sull’amata terra rossa. Mentre questi due campioni si sfidavano sul campo centrale, il Grandstand ha dato un altro verdetto nel tabellone del torneo femminile: con il ottenuto in due ore e 6 minuti su Barbora Strycova, l’americana Madison Keys è la terza semifinalista e incrocerà Garbine Muguruza. 

Un’ora e 11 minuti per chiudere il primo set: il livello di gioco agli Internazionali di Tennis 2016 è altissimo, quello di una finale Slam per intenderci, e il pubblico di Roma risponde presente. Nadal vola 4-2 ma subisce il ritorno di Djokovic: controbreak e si va senza altri sussulti (si fa per dire) sul 6-5 Djokovic, avendo rispettato i turni di battuta successivi. Il dodicesimo game vale da solo il prezzo del biglietto: Nadal ha una palla per andare al tie break ma la sciupa, poi deve fronteggiare tre set point annullandoli con grande coraggio e colpi profondissimi. Sul quarto però Djokovic resiste a due smash di Rafa e con un lob costringe Nadal a rete, poi lo infilza con la volée alta e si assicura un parziale importantissimo. Veder giocare oggi il serbo lascia del tutto stupiti circa il suo clamoroso blackout contro Bellucci, ma si sa che il tennis è fatto anche di questi momenti. Dopo 71 minuti si è concluso soltanto il primo set: la speranza è di arrivare al terzo con un livello simile a questo.

Intanto sul GrandStand, nel quarto di finale del torneo Wta, Madison Keys ha vinto in rimonta il primo set (6-4) contro Barbora Strycova; nel secondo procediamo per il momento in parità (3-3), in palio un posto nella semifinale contro Garbine Muguruza. 

Comincia: sul campo centrale del Foro Italico sta per iniziare la partita più attesa nella giornata degli Internazionali di Tennis 2016. A Roma, il numero 1 al mondo e il sette volte campione del torneo si sfidano nei quarti di finale: in palio un posto nella semifinale contro uno tra Thiem e Nishikori. In semifinale è appena andato Andy Murray: lo scozzese ha battuto David Goffin in un’ora e 35 minuti, con il risultato di . Dopo aver dominato il primo set, Murray si è portato sul 5-4 nel secondo; qui però Goffin ha strappato il servizio al suo avversario e ha tenuto botta nel corso di un lunghissimo undicesimo game, provando a tenere il servizio e forzare se non altro il tie break. Murray però è stato più deciso: è volato sul 6-5 chiudendo poi alla seconda opportunità. Grande momento per lo scozzese, che dopo la finale di Madrid si appresta ad arrivare a un altro match per un titolo Master 1000: il suo avversario sarà Lucas Pouille, e non c’è dubbio su quale sarà il tennista favorito. Ora Djokovic-Nadal, appuntamento numero 49 di questa grande rivalità: Nole ha avuto qualche passaggio a vuoto nel corso del torneo (il set perso 0-6 da Bellucci ne è un indicatore), Rafa ha avuto in Kohlschreiber e Kyrgios due avversari di alto livello e se l’è ben cavata. Sappiamo però che spesso e volentieri questo conta poco: ogni match fa a sè, in particolar modo quando in campo ci sono due giocatori del genere.

Uno sguardo anche a quanto sta succedendo nel tabellone femminile: Irina-Camelia Begu è la seconda qualificata alla semifinale, la rumena ha superato Misaki Doi con il risultato di 6-2 7-6, riuscendo a rimontare nel secondo set e ottenere la vittoria al tie break. La sua probabile avversaria sarà Serena Williams, sempre che la numero 1 del mondo batta la Kuznetsova che l’aveva sorpresa poche settimane fa a Miami. 

In attesa del big match sul campo centrale agli Internazionali di Tennis 2016 (non sarà verosimilmente prima delle 16, ma dipenderà da quanto Andy Murray e David Goffin rimarranno in campo), gli altri incontri del torneo al Foro Italico di Roma sono in corso di svolgimento. E’ stata bellissima la partita che ha opposto Timea Bacsinszky, testa di serie numero 11, a Garbine Muguruza, terza giocatrice del ranking Wta: alla fine il maggiore valore sulla terra rossa ha fatto la differenza in favore della spagnola, che si è imposta con il punteggio di in un’ora e 57 minuti. Soltanto il primo set è durato un’ora e 9 minuti, con un game di apertura da 10 minuti; nel secondo set la Bacsinszky è rimasta attaccata fino al 2-2, poi ha dovuto cedere. La Muguruza dunque vola in semifinale: sfiderà una tra Madison Keys e Barbora Strycova, entrambe prive di una testa di serie e capaci di battere avversarie più quotate.

Nel frattempo sono in campo, sul GrandStand, anche Irina-Camelia Begu e Misaki Doi per il loro quarto; il centrale vivrà ora la sfida tra David Goffin, che sulla terra può centrare un grande risultato (arriva dal doppio “uovo” rifilato a Berdych) e la testa di serie numero 2 Andy Murray, i quali si giocano un posto nella semifinale contro Lucas Pouille, già qualificato grazie al forfait di Monaco. 

Agli Internazionali di Tennis Roma 2016 abbiamo il primo semifinalista del torneo maschile: è Lucas Pouille, che certamente sta vivendo una settimana estremamente fortunata. Prima l’ingresso nel tabellone principale come lucky loser (entrando al posto della testa di serie numero 7, e quindi saltando anche il primo turno come detto), adesso la semifinale conquistata senza giocare nei quarti. Juan Monaco infatti si è ritirato a causa di un infortunio al fianco sinistro; il regolamento dice che in caso di forfait, l’avversario superi il turno senza giocare. Pouille, numero 52 del ranking Atp, è così tra i primi quattro giocatori del Foro Italico: non era mai entrato nel tabellone principale di Roma, e fino allo scorso anno aveva appena tre apparizioni nei Master 1000 (Montecarlo e Parigi-Bercy) senza aver mai superato il terzo turno. Quest’anno aveva giocato gli ottavi a Montecarlo (eliminato da Tsonga dopo aver battuto Gasquet) e oggi si ritrova al punto più alto della sua ancora giovane carriera (ha compiuto 22 anni nemmeno due mesi fa).

In semifinale agli Internazionali di Tennis 2016 troverà uno tra David Goffin e Andy Murray; sul GrandStand a questo punto il programma è “bloccato” fino alle 14, quando scenderanno in campo Irina-Camelia Begu e Misaki Doi per il loro quarto di finale. Sul centrale invece il primo quarto femminile è già una grande battaglia: dopo oltre 7 minuti di gioco Timea Bacsinszky e Garbine Muguruza sono ancora ferme sullo 0-0. 

Prende il via un’altra giornata agli Internazionali di Tennis 2016: al Foro Italico di Roma il campo centrale si apre con il primo quarto di finale Wta. Garbine Muguruza è avanti 3-0 nei precedenti contro Timea Bacsinzsky, tutti giocati lo scorso anno (a Pechino, Wimbledon e agli Australian Open) ma non si è mai giocato sulla terra. Dove la spagnola è sicuramente favorita, ma la svizzera – numero 10 del ranking Wta – arriva dalla brillante vittoria contro Carla Suarez Navarro e dunque ha più di un argomento per andare a caccia della semifinale. Sul GrandStand invece un match tra outsider nel tabellone Atp: Lucas Pouille è arrivato a questo torneo da lucky loser (prendendo il posto di Tsonga, e dunque iniziando il suo cammino dal secondo turno) e ha fatto fuori Gulbis e Ferrer, mentre Juan Monaco si è presentato a Roma in una condizione vicina a quella che gli aveva permesso di raggiungere la Top 20 del ranking, e ieri ha superato la testa di serie numero 4 Wawrinka. Si parte dunque da qui; i big giocheranno tutti sul centrale, il primo a entrare in campo sarà Andy Murray che, reduce dalla seconda finale consecutiva al Master 1000 di Madrid, dovrà stare molto attento a David Goffin, perchè il belga ha inflitto un pesantissimo 6-0 6-0 a Berdych in soli 48 minuti.

Non solo serbo e maiorchino in campo oggi per i quarti di finale degli Internazionali di Tennis Roma 2016. Gioca anche Serena Williams: ‘americana ha detto di amare Roma alla follia, prova ne è il fatto che tra questo torneo e quello di Madrid ha sempre preferito onorare il Foro Italico. Da queste parti Serena Williams ha vinto tre volte: la prima nel 2002, quando riuscì a superare Justine Henin con il risultato di 7-6 6-4 (partendo dalla quarta testa di serie). Molto più recenti gli ultimi due successi: doppietta nel 2013 e nel 2014. Sempre con la testa di serie numero 1 (è la prima giocatrice mondiale dal 18 marzo 2013, ininterrottamente), la minore delle Williams ha prima sconfitto in finale Victoria Azarenka (6-1 6-3) e poi ha superato Sara Errani per 6-3 6-0, approfittando anche dell’infortunio occorso alla bolognese. Nel 2015 Serena Williams aveva raggiunto il terzo turno ma, prima di giocare contro Christina McHale – esattamente come quest’anno – si era ritirata.

Il match di quarti di finale agli Internazionali di Tennis Roma 2016 sarà la sfida numero 49 tra questi due giocatori. E’ la rivalità più “ampia” tra i Big Four: nessuno ha giocato più sfide dirette del serbo e del maiorchino. Il bilancio sorride leggermente a Djokovic, che è avanti 25-23; forse Nadal avrebbe potuto essere in vantaggio se non avesse conosciuto un periodo di grave crisi negli ultimi due anni, calando molto e non riuscendo più a essere competitivo contro i primi al mondo. Prova ne sia il fatto che Djokovic ha portato a casa, a partire dalla finale di Pechino 2013, 10 degli ultimi 11 incontri giocati contro Nadal: l’unica sconfitta è quella nella finale del Roland Garros 2014 (l’ultimo Slam vinto da Rafa). In precedenza Nadal aveva vinto tre incontri (semifinale al Roland Garros, semifinale in Canada e finale degli Us Open) e sei su sette cadendo soltanto nella finale di Montecarlo. Il primo incrocio Atp è avvenuto nel 2006, nei quarti del Roland Garros: Nadal, quasi 20 anni e già campione all’Open di Francia un anno prima, sconfisse un diciottenne Djokovic con il risultato di 6-4 6-4 e ritiro dell’avversario. L’ultima a Roma è la finale del 2014: 4-6 6-3 6-3 in favore di Djokovic, il bilancio agli Internazionali d’Italia è di 3-2 in favore di Nadal.

Agli Internazionali di Tennis Roma 2016 il big match arriva “purtroppo” ai quarti di finale. Troppo presto, visto il valore dei due rivali che saranno in campo sul centrale come terzo match di giornata (il programma inizia alle ore 12 su tutti i campi).  Novak Djokovic, numero 1 del mondo e vincitore per due volte consecutive di questo torneo, sfida Rafa Nadal che ha ottenuto sette titoli al Foro Italico, giocando in gioventù (gli anni dei capelli lunghi e i calzoni sotto il ginocchio) finali epiche contro Coria e Federer. Entrambi arrivano da match al terzo set, nei quali hanno perso il primo; tuttavia Nadal poteva aspettarsi un esito simile visto l’avversario (Kyrgios), mentre Djokovic è partito in maniera pessima contro Thomaz Bellucci ed è caduto per 0-6 prima di rialzarsi e condurre in porto il match.

Ora vedremo cosa succederà qui; i quarti di finale del torneo Atp a Roma prevedono anche un succulento David Goffin-Andy Murray (il belga ha battuto Tomas Berdych con un doppio 6-0), il match tra outsider Lucas Pouille-Juan Monaco (hanno eliminato rispettivamente Ferrer e Wawrinka) e Dominic Thiem-Kei Nishikori. Grande attesa per questo incontro, perchè Nishikori appare in grande forma ed è migliorato tantissimo sulla terra, ma l’austriaco del ’93 è riuscito a eliminare Federer (che comunque non era nella sua miglior giornata).

La giornata sarà comunque inaugurata, almeno sul centrale, dal torneo Wta: quarti di finale anche qui, ad aprire il match tra Timea Bacsinszky, che ha rimontato e battuto Carla Suarez Navarro partendo da una situazione disperata, e Garbine Muguruza che è la seconda grande favorita per il titolo, ma che deve ancora dimostrare di poter diventare dominante sulla terra rossa.

La prima favorita è naturalmente Serena Williams: la numero 1 del mondo però non sta giocando il suo miglior tennis e anche ieri, contro la connazionale McHale, ha impiegato un po’ per carburare (ha vinto al tie break il primo set, recuperando un break di svantaggio). Serena sarà in campo non prima delle 19:30, inaugurando la sessione serale contro quella Svetlana Kuznetsova che a Miami qualche settimana fa l’ha battuta a sorpresa.

E’ atteso invece per le 15:30 il match tra Irina-Camelia Begu, capace di battere la Azarenka dopo aver eliminato, la scorsa settimana, la Muguruza da Madrid, e Misaki Doi che ha vinto in rimonta contro Johanna Konta. Sfida tra due sorprese del circuito, ma in questo momento una delle due potrebbe anche arrivare in fondo.

La diretta tv del torneo maschile agli Internazionali d’Italia 2016 è in programma su Sky Sport 2 e Sky Sport 3, cioè i canali numero 202 e 203 della piattaforma satellitare; appuntamento dunque per tutti gli abbonati alla pay tv del satellite, che potranno usufruire anche del servizio di diretta streaming video senza costi aggiuntivi, attivando l’applicazione Sky Go su PC, tablet o smartphone se non potranno seguire direttamente dalla tv i match in programma oggi al Foro Italico. Da non dimenticare che saranno disponibili anche i profili ufficiali dei social network del circuito Atp, alle pagine facebook.com/AtpWorldTour e, su Twitter, @AtpWorldTour.

Il torneo femminile sarà invece trasmesso in diretta tv da SuperTennis, la web-tv tematica della Federazione che è visibile anche in chiaro al canale numero 64 del telecomando oppure al 30 di Tivù Sat, oltre che al numero 224 della piattaforma satellitare di Sky; arriveranno aggiornamenti dai social network attraverso le pagine ufficiali del circuito WTA (facebook.com/WTA e, su Twitter, @WTA) mentre la diretta streaming video è disponibile per tutti, senza costi, accedendo al sito www.supertennis.tv. Ricordiamo poi che un’importante fonte di informazioni sarà anche il sito internet ufficiale del torneo del Foro Italico, all’indirizzo www.internazionalibnlditalia.com. (Claudio Franceschini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori